Privacy Policy
Home / Archivio per “Ragusa”

Archivi

Ragusa, il piazzale antistante l’ospedale Giovanni Paolo II intitolato a Rita Levi Montalcini

Venerdì 7 febbraio alle ore 12 il piazzale antistante l’ospedale Giovanni Paolo II” di Enna sarà intitolato alla scienziata, Premio Nobel per la Medicina, Senatrice della Repubblica: Rita Levi Montalcini. Una proposta avanzata dalla presidente della FIDAPA – Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari –  Sezione di Ragusa, professoressa Anna Di Cesare, che fa parte di un “Progetto Toponomastica” che ha come scopo quello di selezionare luoghi simboli della città di Ragusa per dedicarli a Personalità femminili che si sono distinte per il loro impegno professionale nella difesa dei valori civili e morali nella società moderna e della donna in particolare. La professoressa Montalcini è stata  Socia onoraria della Fidapa. Un omaggio a una donna esemplare, che ha segnato la storia del nostro Paese sul piano scientifico, politico…

Tatuaggi e piercing, un corso organizzato dall’Asp di Ragusa per realizzarli in sicurezza

Il SIAV, Servizio Igiene Ambienti di Vita, diretto da Giovanni Aprile-Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Ragusa, capo Dipartimento Francesco Blangiardi, avvia, dopo la grande richiesta, la settima edizione del corso obbligatorio per operatori di tatuaggio e piercing. Le lezioni inizieranno dal 13 marzo al 18 aprile 2020.  Il programma didattico approfondirà la conoscenza dell’anatomia delle mucose e della pelle, delle lesioni elementari primarie e secondarie (chiazze-macule-pustule-vescicole-bolle-noduli-croste-squame- verrucosità, ecc.), dei principali agenti infettanti e loro modalità di trasmissione: virus-batteri-miceti o funghi- protozoi-elminti o vermi, ecc. Gli interessati, di età superiore ai 18 anni, in possesso di diploma o di almeno 10 anni di scolarizzazione (da intendersi come ammissione alla terza classe superiore) e/o di attestato di estetista, questi ultimi beneficiano del credito del 1° modulo, potranno presentare domanda…

Dipendenze, l’Asp di Ragusa prima in Sicilia a testare la stimolazione magnetica transcranica

Per la prima volta in Sicilia, nella sanità pubblica, si potranno curare le dipendenze attraverso la stimolazione magnetica transcranica. L’Asp di Ragusa, prima nel Sud Italia, attraverso l’U.O.C. Dipendenze Patologiche e mediante fondi vincolati, si è dotata del complesso e moderno macchinario. Uno strumento che permette di avviare la nuova terapia elettrostimolante che integra l’utilizzo dei farmaci nella cura delle patologie nate dalle dipendenze, soprattutto quelle dovute all’uso di sostanze stupefacenti, ma anche la ludopatia, che colpisce giovani e adulti impegnati nelle scommesse e nei giochi d’azzardo. E, ancora, il gaming disorder, cioè la dipendenza da videogiochi che riguarda sempre più i bambini, fino alla cosiddetta porno-dipendenza in crescita, per il facile accesso via internet, anche tra gli adolescenti. Mediante questa nuova terapia è possibile…

Asp di Ragusa, via alla stabilizzazione del personale dirigente e del comparto

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa ha pubblicato, sul sito aziendale, l’avviso per la ricognizione del personale in possesso dei requisiti per la stabilizzazione. Si tratta del personale dirigenziale e non del S.S.R. che ha maturato il requisito di anzianità secondo la Direttiva regionale che ha fatto seguito alle norme statali. Infatti, è proprio di questi giorni la Circolare dell’Assessore Razza che ha dato il via alle nuove procedure. «E’ arrivato, direi finalmente, il momento che pone fine ad anni di precariato. È una questione di giustizia sociale perché il lavoro precario deve essere un’eccezione al contratto a tempo indeterminato.  Questi lavoratori, come ho già avuto modo di dire in altre occasioni simili, potranno guardare al loro futuro professionale con più certezza». Ha sottolineato il direttore generale, arch….

Attesa al pronto soccorso, 1500 ore di prestazioni aggiuntive a Ragusa

La Direzione Strategica dell’Asp di Ragusa ha deliberato 1500 ore di prestazioni aggiuntive nelle divisioni di emergenze degli ospedali di Ragusa, Modica e Vittoria iblei per far fronte alle lunghe estenuanti attese dei degenti. La scelta si è basata sulla possibilità, prevista dalla normativa contrattuale, di effettuare prestazioni erogate in regime di attività libero professionale, in via eccezionale e temporanea, ad integrazione dell’attività istituzionale, con lo scopo ben preciso di ridurre i tempi di attesa, ricorrendo a prestazioni aggiuntive soprattutto quando c’è carenza di personale e l’impossibilità, anche momentanea, di coprire i posti vacanti. Le prestazioni aggiuntive di 1500 ore sono previste sino al 30 giugno 2020 in attesa del completamento dell’organico medico. “Questa decisione è una risposta all’emergenza da affrontare – dice il direttore generale dell’Asp 7 Angelo Aliquò – che riguarda tutto il territorio nazionale e con questo…

Ostetricia e Ginecologia del Guzzardi di Ragusa, donati una tv, una poltrona relax e corredini per neonati

Un gesto di attenzione e generosità reso possibile dalle socie dell’International Inner Wheel club di Vittoria-Comiso, presidente Patrizia Scrofani Cancellieri Drago, un Club service che, nelle festività natalizie, ha già donato al reparto di Pediatria dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa alcuni motorini elettrici per i piccoli pazienti. Un nuovo gesto di solidarietà, accolto con vivo apprezzamento dall’Asp di Ragusa che vedrà la consegna, sabato mattina, 11 gennaio, alle ore 11 nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “R. Guzzardi” di Vittoria, diretto da Antonio Schifano, di una poltrona relax, di un TV monitor e di corredini per neonati.       “Scopo di questa donazione è quello di offrire alle pazienti in travaglio o sottoposte ad amniocentesi un ambiente un po’ più confortevole e riservato”, ha sottolineato la presidente Drago. Questa donazione,…

Asp di Ragusa, un nuovo direttore all’UOC Oncologia medica

Nuovo direttore all’UOC Oncologia Medica dell’Asp di Ragusa, si tratta di Stefano Cordio: dal primo gennaio il medico prenderà servizio all’ospedale Maria Paternò Arezzo. Stefano Cordio ha prestato servizio nell’Azienda Ospedaliera Garibaldi di Catania, dal 1998 ricoprendo il ruolo di Dirigente Medico di I livello di Oncologia Medica all’ospedale Garibaldi di Catania. A oggi, occupava la posizione di dirigente medico di Oncologia Medica, sempre nell’A.O. di Catania.   “Conosco il valore storico di questa UOC, prima in Sicilia – ha affermato Cordio – e il mio obiettivo è duplice: l’umanizzazione che sarà l’elemento fisso che caratterizzerà l’assistenza nei confronti dei pazienti e lo farò grazie anche alla collaborazione della squadra che, sin dal primo momento, mi ha accolto con sincero affetto. L’altro obiettivo è intensificare…

Muore in attesa di una visita medica, l’Assessorato alla Salute dispone l’ispezione

“Ricorda sempre il 5 novembre. Questa frase è tratta da un film e ricorda la congiura delle polveri, un tentativo fallito di spodestamento del potere in Inghilterra nel 1605. Per me il 5 novembre rappresenta una data simbolica. Oggi è il giorno in cui a mio padre, l’avvocato Carmelo Scarso, gravemente malato, era stato fissato un appuntamento per una visita medica presso il reparto di Pneumologia del Policlinico di Catania, unico reparto in Sicilia autorizzato a somministrare un farmaco in grado di ottenere risultati contro la patologia di cui soffriva. Mio padre, dopo tenace lotta, ci ha lasciati ai primi di settembre“. Lo scrive Alessia Scarso su Facebook, raccontando l’odissea di suo padre, originario di Modica, in provincia di Ragusa. Oggi l’assessore alla Salute, Ruggero…

1 2

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.