Privacy Policy
Home / Archivio per “Palermo”

Archivi

Vaccini, Federfarma: “In una settimana 8mila dosi nel palermitano”

“Circa ottomila vaccinazioni nelle farmacie in una settimana, 50mila dallo scorso 3 settembre: sono numeri che confermano quanto i cittadini stiano apprezzando il nuovo ruolo della farmacia come presidio sanitario di prossimità, sicuro, efficiente e comodo da fruire“. Lo dice Roberto Tobia, segretario nazionale e presidente a Palermo di Federfarma, commentando il report delle vaccinazioni in farmacia di questa settimana. Nelle 93 farmacie che hanno attivato il servizio (61 in città e 32 in provincia) sono state inoculate 2.958 dosi di Pfizer e 4.920 di Moderna, per un totale di 7.878 somministrazioni (4.302 a Palermo e 3.576 in provincia). Dall’inizio della campagna vaccinale in farmacia, lo scorso 3 settembre, sono stati immunizzati 49.666 cittadini. “Tutti – sottolinea Tobia – possono osservare lo sforzo titanico che le nostre…

Telemedicina: l’Omceo di Palermo punta su CheckMED della Start up “Innova”

L’Ordine dei medici di Palermo scommette su CheckMED, il sistema di telemedicina d’avanguardia sviluppato dall’ingegnere Giuseppe Giorgianni. In anteprima mondiale, il dispositivo è stato presentato dalla start up messinese iNNOVA (con sede a Milazzo) al Ces 2022 (Consumer electronics show), la più grande kermesse dell’high tech di Las Vegas negli Stati Uniti d’America. CheckMED è una soluzione completa di telemedicina che attraverso un dispositivo Iot (Internet of Things) è in grado di ricevere e trasferire dati online in tempo reale, rendendo i sistemi sanitari più efficaci e sostenibili. In partnership con l’ordine dei medici di Palermo, partirà a stretto giro la sperimentazione medica del dispositivo, che potrà essere acquistato nelle farmacie e i supermercati già dal prossimo giugno. “Il dispositivo Iot, integrato da un software…

Gemelli Giglio di Cefalù, primi interventi di ginecologia oncologica con robot

Il centro di ginecologia oncologica e dell’endometriosi del Gemelli Giglio di Cefalù ha avviato l’attività chirurgica con i primi due interventi eseguiti uno con tecnica robotica e l’altro con tecnica laparoscopica. Nel primo caso è stato impiegato il Robot Da Vinci per una procedura di isterectomia radicale per cancro dell’endometrio con biopsia del linfonodo sentinella pelvico su una paziente di 72 anni. Per individuare il linfonodo sentinella è stato utilizzato il colorante verde di indocianina (ICG) sfruttando i nuovi sistemi con telecamere ad infrarossi offerte dalla tecnologia robotica. “L’intervento – ha spiegato Giulio Sozzi, responsabile del centro di ginecologia oncologica e dell’endometriosi del Gemelli Giglio – ha avuto una durata di tre ore, non vi sono state problematiche intraoperatorie. La paziente ha avuto una rapida ripresa clinica tanto da essere…

Palermo, l’Omceo sospende dieci iscritti non in regola con l’obbligo vaccinale

L’Ordine dei medici di Palermo ha sospeso i primi 10 medici che non sono in regola con l’obbligo vaccinale a seguito dell’istruttoria avviata a dicembre scorso. I provvedimenti sono stati emessi a seguito delle nuove procedure di accertamento dell’inadempienza e sospensione dall’esercizio della professione passati in capo agli Omceo provinciali per il tramite della Federazione nazionale Fnomceo, responsabile del trattamento dei dati personali. L’istruttoria dei primi 10 iscritti si è conclusa stamattina. Un lavoro in progress che potrà determinare ulteriori sospensioni, efficaci fino alla comunicazione dell’avvenuto adempimento vaccinale. I medici sospesi non potranno percepire alcuna retribuzione o altro compenso. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Covid, nuovo focolaio all’ospedale dei Bambini di Palermo: una decina i positivi

ospedale dei bambini

Nuovo focolaio in un reparto dell’azienda sanitaria Civico. Dopo i casi di chirurgia plastica, toracica e medicina generale una decina di positivi al Covid sono stati nel reparto di Neuropsichiatria infantile dell’ospedale dei Bambini. Sono risultati positivi ai test un operatore sociosanitario, una specializzanda, alcune mamme e tre bambini ricoverati. “La situazione è stata circoscritta – dice il direttore generale Roberto Colletti dell’azienda sanitaria – Sono state rispettate le procedure previste dal protocollo e i pazienti positivi sono stati trasferiti nel reparto di malattie infettive che in questi giorni è stato convertito in reparto Covid. I locali sono stati sanificati”. Alcuni pazienti negativi sono stati dimessi. Intanto gli hub di vaccinazioni del Civico sono in funzione. “Domenica all’ospedale dei Bambini abbiamo fatto 300 vaccini – aggiunge Colletti – Anche…

Il Covid non ferma i trapianti d’organi: a Partinico operazione riuscita su paziente positivo

È stato eseguito con successo il trapianto d’organi nel complesso operatorio di Partinico effettuato da una squadra di medici e infermieri dell’Ismett in collaborazione col referente locale dei trapianti e dal personale di sala operatoria. Il giovane paziente, non vaccinato e positivo al Covid, era già in morte cerebrale. L’attività si è svolta con l’ausilio del Centro Regionale Trapianti che prevede, per protocollo, che dopo il periodo di osservazione obbligatoria del collegio tecnico, si possano prelevare gli organi di pazienti positivi una volta superata l’infezione. Anche al presidio ospedaliero S. Antonio Abate di Trapani, dove è stato svolto un delicato intervento di prelievo di organo su una paziente arrivata in condizioni critiche, causa Covid, in Pronto soccorso. L’intervento è stato ugualmente eseguito da un equipe dell’Ismett…

Vaccini: hub Palermo, Catania e Messina aperti fino a mezzanotte per dosi a over 50

«Da domani gli hub delle città metropolitane in Sicilia saranno aperti fino alle 24 per favorire la vaccinazione obbligatoria degli over 50». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, aderendo alla proposta del generale Figliuolo. «Faccio appello ancora una volta a tutti. La situazione ospedaliera – ha aggiunto Musumeci – dimostra sempre di più come lo status vaccinale faccia la differenza, essendo tantissime le complicanze su tutti i pazienti non vaccinati. Mi aspetto, alla pari di questi ultimi giorni, un’adesione convinta». di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Covid, posti in terapia intensiva pieni all’ospedale Cervello di Palermo

“L’altro ieri è stata sicuramente tra le giornate peggiori da quando è iniziata l’emergenza Covid nel marzo del 2020. Abbiamo pieno il nostro reparto, con pazienti tutti non vaccinati“. Lo dice Baldo Renda, il direttore dell’unità di terapia intensiva dell’ospedale ‘Cervello’ di Palermo. “Siamo stati costretti a trasferire i pazienti intubati all’ospedale di Partinico, perché soltanto questi due ospedali a Palermo attualmente hanno le terapie intensive Covid“. Attualmente nell’ospedale ‘Cervello’ di Palermo i posti in intensiva disponibili sono 16, mentre a Partinico 14. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Covid, Amato: “Crolla la tenuta sociale, disponibili a trovare soluzioni”

Toti Amato

“Il peggio è arrivato, bisogna agire in fretta. La tenuta sociale sta già crollando per l’aumento rapidissimo del numero dei ricoveri e l’escalation di aggressioni contro i sanitari, anche solo verbali e non denunciate. Non manca giorno che all’Ordine dei medici non arrivino segnalazioni di pazienti esasperati e violenti. Siamo disponibili a trovare insieme soluzioni”. Così il presidente dell’Omceo di Palermo Toti Amato, componente del direttivo Fnomceo, all’assessore regionale della Salute Ruggero Razza. “Ospedali, pronto soccorso, medici di famiglia sono presi d’assalto per la paura del contagio – spiega Amato -. L’epidemia dilaga, ma la già modesta schiera di sanitari si assottiglia sempre di più. D’altra parte, se alla storica inadeguatezza del numero di medici in Sicilia, aggiungiamo l’assenza di circa 2000 medici e odontoiatri non vaccinati (rilevati da una prima…

Covid, a Palermo ospedali sotto pressione: due tensostrutture e una terza in arrivo a Partinico

Dopo una crescente richiesta di ricoveri è stato necessario attrezzare due punti medici avanzati in tensostruttura all’ingresso degli ospedali Cervello e Civico di Palermo. Si sta valutando di posizionare un terzo e analogo punto medico avanzato anche all’ospedale di Partinico. Questi presidi, prontamente organizzati dalla direzione del 118, sono fondamentali per far scendere i pazienti dalle ambulanze e avviare la loro presa in carico ed evitare le file di mezzi che hanno caratterizzato i nosocomi in particolare il ‘Cervello’ dalla sera di mercoledì. La struttura commissariale per la gestione dell’emergenza Covid di Palermo ha messo a disposizione del presidio all’ospedale Cervello personale sanitario dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20 per aiutare i colleghi del pronto soccorso del Cervello. Si stanno approntando, inoltre, altri posti letto Covid all’ospedale di Partinico,…

1 2 3 94

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.