Privacy Policy
Home / Archivio per “Catania”

Archivi

Catania, due positivi al Covid-19 violano la quarantena: denunciati dalla Digos

Due persone residenti nel quartiere di Cibali segnalate dall’Asp come positive al Covid-19 sono state denunciate da agenti della Digos della Questura di Catania perché non hanno rispettato la quarantena. Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in seguito ad una segnalazione giunta nella Sala Operativa della Questura, successivamente rilanciata anche da alcuni organi di informazione informati da diversi cittadini. I poliziotti hanno denunciato i due durante controlli su strada intensificati dopo una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto e sono stati coadiuvati da personale dell’ dell’Unità Speciale di continuità assistenziale dell’Asp. Sono in corso ulteriori accertamenti per ricostruire gli spostamenti dei due con l’obiettivo di rintracciare le persone con cui hanno intrattenuto i contatti, che potrebbero essere…

Catania, veterinario smascherato dai Nas: vendeva farmaci sottobanco

I carabinieri del Nas di Catania hanno denunciato un veterinario che avrebbe venduto sottobanco a diverse aziende del versante nord etneo farmaci aggirando la procedura legale di fornitura che prevede la compilazione di prescrizioni mediche ed il conseguente acquisto nelle farmacie veterinarie. Al medico i militari sono risaliti dopo aver sequestrato in un’azienda agricola diverse confezioni di farmaci per uso veterinario che l’allevatore si sarebbe procurato clandestinamente, eludendo i consueti canali commerciali che avrebbero dovuto prevedere la preventiva visita veterinaria, il legale approvvigionamento dei farmaci ed il conseguente trattamento terapeutico sotto il controllo medico. I farmaci sequestrati, di provenienza estera, non erano riconosciuti in ambito nazionale. Non erano inoltre garantiti l’uso corretto ed il rispetto dei tempi di sospensione dei trattamenti, considerato che venivano somministrati…

Catania, focolaio in una comunità evangelica di Pedara: ricoverati al “San Marco”

Nuovi casi di coronavirus in Sicilia, scoppia un focolaio in provincia di Catania, con nove casi già accertati. La maggior parte dei positivi sembrerebbe far parte della comunità della Chiesa evangelica di Pedara. Quattro dei nuovi positivi appartenenti alla comunità si trovino già ricoverati al San Marco. L’Asp di Catania sta provvedendo a individuare altri soggetti della comunità per sottoporli a tampone e circoscrivere il focolaio. Sembrerebbero essere risultati positivi diverse persone residenti a Camporotondo, Mascalucia e in altri paesi dell’hinterland. © Riproduzione Riservata

Misterbianco, dipendente Auchan positivo al Coronavirus

E’ risultato positivo un dipendente dell’ipermercato Auchan di Misterbianco, nel catanese, è risultato positivo al Coronavirus. A dare la notizia è la testata LiveSicilia. La positività del soggetto sarebbe stata riscontrata  tramite controllo sanitario. La notizia ha fatto scattare l’immediata chiusura dei locali e la loro sanificazione. Il dipendente è in quarantena. In sinergia con il dipartimento anti Covid guidato da Giuseppe Liberti, Auchan ha ricostruito i contatti del dipendente. Al momento solo a otto persone è stato predisposto  l’isolamento domiciliare. © Riproduzione Riservata

Immigrazione e coronavirus, Razza a Lamorgese: “Verifiche sanitarie grazie alla Regione”

Ruggero Razza

 “Il ministro ieri ha detto significativamente che hanno fatto 1500 sierologici a Lampedusa. Correggo il dato: la Regione Siciliana ne ha fatti quasi 6000 – tra sierologici e tamponi – in Sicilia sui migranti. E devo dire che probabilmente sarebbe stato più generoso e più corretto da parte del ministro dire che ciò si è verificato solo ed esclusivamente grazie alla collaborazione del Sistema Sanitario Regionale“. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza che, oggi a Catania, commentando quanto detto ieri dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che ieri, a Lampedusa, ha incontrato i responsabili provinciali delle Forze di polizia e una delegazione degli operatori della polizia di Stato, dei carabinieri e della guardia di finanza che svolgono il servizio sull’isola, interessata anche in queste settimane da ripetuti…

Coronavirus, nuovo focolaio in Sicilia, a Misterbianco 7 positivi: uno di loro è ricoverato

Un nuovo focolaio di Coronavirus in Sicilia, la notizia arriva dall’Asp di Catania. L’esito postivo riguarda sette persone attualmente in isolamento a Misterbianco, tra questi, 5 apparterrebbero allo stesso nucleo familiare, mentre i restanti due sarebbero amici. Previsto l’isolamento per 6 di loro che presentano una sintomatologia lieve o del tutto asintomatica, mentre per uno di loro è stato necessario il ricovero. Una nuova emergenza che l’Asp sta cercando di monitorare per cercare di circoscrivere il più possibile il contagio, tracciando inoltre i vari contatti che la famiglia e i due amici avrebbero avuto in questi giorni. Sono invece nettamente migliorate le condizioni dei due turisti Lombardi risultati positivi, individuati a Gavina di Catania, i quali sono adesso guariti. La coppia si era presentata al…

Continua con successo “La prevenzione non va in vacanza”, l’inizativa nei lidi catanesi che offre visite gratuite alla vista | LE FOTO

GUARDA LE FOTO IN ALTO Ancora nove giorni per sottoporsi allo screening nell’unità mobile oftalmica dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti. Il calendario degli appuntamenti dell’iniziativa “La prevenzione non va in vacanza” finanziata dall‘Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità e portata avanti all’Unione italiana ciechi e ipovedenti regionale. Sanificazione e mascherine gratis.   “Sono contento perché tante persone sono venute qui per sottoporsi allo screening e credo che quest’iniziativa avrà un grandissimo successo: noi lottiamo per sconfiggere la cecità“. Lo ha dichiarato Gaetano Minincleri, presidente regionale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, commentando i primi risultati dell’iniziativa “La prevenzione non va in vacanza” apertasi ieri nei Lidi della Plaia di Catania grazie all’unità mobile oftalmica dell’Uici, un camper perfettamente attrezzato per le visite specialistiche. “L’iniziativa voluta dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità è stata fatta propria dall’Uici…

Librino, una famiglia in isolamento: in 4 positivi al Coronavirus

Giallo nel quartiere popolare di Librino a Catania. Un’intera famiglia (una coppia di genitori con due figli minorenni) è risultata positiva al Coronavirus. Sono i 4 nuovi casi registrati ieri che, insieme agli 11 migranti sbarcati a Pozzallo, hanno portato a 15 il totale dei positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Sicilia. Secondo i medici – secondo quanto riportano alcuni quotidiani locali – non sarebbe ancora chiaro come questa famiglia abbia contratto il virus. Per tale ragione, intanto è stata disposta la quarantena obbligatoria, con l’isolamento dei quattro pazienti. Inoltre, per cercare di prevenire altri focolai, le Autorità sanitarie etnee stanno cercando di ricostruire la cerchia dei numerosi contatti avuti dalla famiglia. Bisognerà quindi individuare tutti i potenziali soggetti coinvolti. © Riproduzione Riservata

Unione italiana ciechi nei lidi catanesi: da venerdì screening gratuiti alla vista

Grazie all’unità mobile oftalmica dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti. Ogni mattina per dieci giorni a partire da venerdì prossimo gli oculisti offriranno uno screening nell’ambito dell’iniziativa “La prevenzione non va in vacanza” finanziata dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità. Sanificazione e mascherine gratuite “La prevenzione non va in vacanza” è l’iniziativa portata avanti da alcuni anni dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità, che si affida per l’organizzazione degli screening gratuiti per prevenire le malattie oculari ai Consigli regionali dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti. “In Sicilia – ha annunciato il presidente regionale dell’Uici Gaetano Minincleri – l’iniziativa prenderà il via venerdì prossimo, 17 luglio, e si protrarrà per dieci giorni. Partiremo dal Lido Arcobaleno e impiegheremo la nostra unità mobile oftalmica, un camper perfettamente attrezzato per le visite specialistiche, che stazionerà davanti ai lidi dalle 9.30 alle 13. Sull’unità mobile, gli…

Acireale, primo intervento alla colonna vertebrale su un ex calciatore

chirurgia vertebrale mini open

Si potenzia l’attività chirurgica dell’Uoc di ortopedia dell’ospedale “Santa Marta e Santa Venera”. Nel presidio di Acireale è stato eseguito per la prima volta, con tecniche chirurgiche all’avanguardia, un intervento alla colonna vertebrale. L’intervento è stato condotto da Gaetano Gulino, direttore dell’Uoc di ortopedia, esperto in chirurgia vertebrale, coadiuvato dall’equipe ortopedica acese. “Questo primo intervento, eseguito ad Acireale – afferma Gulino -, rappresenta un completamento delle attività chirurgiche dell’ortopedia a beneficio degli utenti della zona jonica. Per l’Asp di Catania, oltre l’ospedale di Paternò, fra i centri di riferimento sul territorio siciliano, oggi si aggiunge anche l’ortopedia di Acireale”. Il paziente, sessantenne, ex calciatore professionista, era affetto da una voluminosa ernia del disco lombare associata a un restringimento del canale vertebrale che da alcuni mesi…

1 2 3 17

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.