Privacy Policy
Home / Archivio per “Catania”

Archivi

A Catania primo impianto in Italia di pacemaker senza fili su un paziente cardiotrapiantato

La Sicilia delle Eccellenze che vince anche le battaglie più complesse. Presso la Divisione di Cardiologia dell’ospedale Garibaldi Centro di Catania, diretta dal dott. Salvatore Felis, è stato impiantato per la prima volta in Italia (seconda volta nel mondo) un pacemaker senza fili “leadless” in grado di garantire sincronia atrioventricolare (AV) in un paziente affetto da cardiomiopatia ischemica cronica, in trattamento dialitico ed in terapia mmunosoppressiva cronica, già sottoposto a trapianto di cuore nel 1999. Ripercorriamo tutti i momenti dell’intervento. Il paziente giunge presso l’ambulatorio di aritmologia per riscontro, ad esame Holter, di pause maggiori di 2,5 secondi e blocco atrioventricolare (BAV) di II° con conduzione 2:1 e 3:1 intermittente. “Trattandosi di un paziente cardiotrapiantato che, causa insufficienza renale cronica, si sottopone più volte a…

Deontologia, comunicazione efficace e Covid: l’approfondimento con il presidente Igo La Mantia CLICCA PER GUARDARE IL VIDEO

GUARDA IL VIDEO IN ALTO Per la prima volta gli ordini dei medici del territorio hanno creato una rete di comunicazione mirata alla condivisione degli obiettivi come garantire ai cittadini il diritto ad una corretta ed uniforme informazione e analizzare lo stato dell’arte della sanità regionale. Ne parla Igo La Mantia, presidente dell’Ordine di Catania: “Le aspettative sono tante per un’iniziativa importante che vede Toti Amato, presidente Omceo Palermo, come promotore e ideatore. Partecipare a Siciliamedica è sicuramente un’opportunità per poter aumentare quella che è l’informazione e la formazione, quindi anche con articoli scientifici. Vogliamo riunire gli operatori sanitari della Sicilia e avere un giornale che può farlo è una grande opportunità, potendo, forse, migliorare  anche l’etica e la deontologia della nostra professione“, afferma. Nonostante gli aspetti…

Gusto, Olfatto e Long Covid: nascono due ambulatori dedicati a Palermo e Catania, il commento del presidente Igo La Mantia

Sin dai primi accenni di Covid perdere il gusto e l’olfatto sono stati i sintomi esplicativi dell’infezione. La perdita dell’olfatto senza rinorrea o congestione nasale significa che il Coronavirus attacca i chemocettori degli organi di senso. Questi sintomi, che non si esauriscono con l’infezione da Sars-cov-2, creano un forte disagio nei pazienti guariti. Il fenomeno del Long Covid ormai è infatti all’ordine del giorno, con le sue diverse problematiche, tra cui la depressione che, se non presa in tempo, può condurre anche alla morte. Da queste considerazioni nasce l’esigenza di trattare il sintomo a cui hanno pensato il Policlinico “Giaccone” di Palermo e il Policlinico “Rodolico” di Catania, che hanno costituito nei reparti di “Otorinolaringoiatria” degli ambulatori Long Covid dedicati. “La necessità era quella di attivare un modo per poter rispondere alle esigenze…

Post Covid tra Delta e Omicron: ne soffre 30% dei guariti

Col finire delle vacanze e col solito calo di tamponi crescono i contagi sopra i quattromila e quello che preoccupa stavolta sono altri aspetti della pandemia: il 30% dei contagiati soffre della sindrome post o long Covid e salgono i ricoveri degli anziani, anche se asintomatici. A lanciare l’allarme è il Cannizzaro di Catania, tracciando un confine tra variante Delta e Omicron. Se per la Delta i sintomi erano forti e il post anche, Omicron non crea grossi sintomi ma resta comunque il rischio di Long Covid, alle volte anche cronicizzato. I sintomi sono tosse, tachicardia, problemi uditivi, depressione, scarsa capacità di concentrazione e affaticamento. Per questi disturbi però non esistono delle cure specifiche, infatti entrano in gioco i presidi creati ad hoc ad Enna e presto anche…

‘Best practice’ per il paziente: il progetto Erasmus+ per rafforzare la cooperazione tra medici dei paesi membri

Rafforzare il rapporto con altri paesi partner, assicurare che le competenze mediche siano applicabili, trasferibili e riconosciute a livello internazionale. Questi sono gli obiettivi di Erasmus+ “Simulation in Under-graduate MEDical Education for Improvement of SAFEty and Quality of Patient Care – Safemed+“, un progetto triennale che prende vita dall’idea di un consorzio di creare una rete di cooperazione tra diversi paesi europei e non. L’accordo è stato siglato dalle Università di Santiago, Vilnius State University, Catania, e dalle istituzione della Georgia, dell’Armenia e Ucraina. Il meeting si è svolto in questi giorni nella sede della Torre biologica dell’Università di Catania, prevedendo anche un corso sulle “best practice“ per esaminatori Osce da fornire ai docenti dei diversi paesi europei coinvolti. Gli esami sono mirati per valutare le competenze dello studente…

Vertenza Pfizer, siglata l’ipotesi di accordo sul sito di Catania

E’ la “proposta avanzata dalle sigle sindacali di operare una riduzione dei livelli occupazionali attraverso un’importante incentivazione economica all’esodo volontario del personale prossimo alla pensione e di coloro che, anche se non immediatamente pensionabili, vogliono lasciare in anticipo il posto di lavoro” il punto d’incontro trovato tra i sindacati e la Wyeth lederle – la società controllata da Pfizer che gestisce lo stabilimento produttivo etneo – per la chiusura positiva della procedura di licenziamento collettivo avviata lo scorso febbraio per 130 unità. Lo affermano in una nota congiunta Cgil, Cisl, Uil e Ugl, che si sono tornati ad incontrare stamane con la società nella sede di Confindustria Catania. Il 26 mattina le parti si incontreranno nel Palazzo della Regione per sottoscrivere l’accordo definitivo davanti alla…

Tumori, mieloma multiplo: riconoscimento al Policlinico di Catania

Le attività di ricerca di una ricercatrice dell’Unità Operativa Complessa di Ematologia dell’Azienda ospedaliero universitaria Policlinico ‘G. Rodolico – San Marco’ di Catania per identificare i meccanismi che all’interno del microambiente midollare favoriscono la crescita e ripresa del mieloma multiplo, al secondo posto tra le malattie ematologiche più frequenti, sono state premiate dall’International Myeloma Foundation con un riconoscimento a livello internazionale e parzialmente presentate nell’ultimo meeting internazionale di aprile sul mieloma di Amsterdam. Il premio consentirà il finanziamento per un anno di una nuova ricerca volta a valutare le complesse interazioni tra la composizione delle cellule immunitarie e dei microbi presenti nella flora intestinale e del cavo orale per identificare quei meccanismi usati dal tumore per sfuggire alla risposta immunitaria. Il progetto premiato e già in corso…

Asp Catania, chiudono oggi gli hub vaccinali, somministrate oltre 840 mila dosi

Sono state somministrare oltre 840 mila dosi nei sei hub della provincia di Catania. La presenza sul territorio dei punti vaccinali e il lavoro degli operatori ha consentito di gestire in modo ottimale l’emergenza covid. Oggi la chiusura di tutti gli hub, da martedi 19 l’attività proseguirà nei nuovi siti individuati dall’Asp. “Il lavoro di squadra – ricorda il commissario emergenza covid, Pino Liberti – è stato fondamentale e il mio ringraziamento, e quello del presidente della regione, Nello Musumeci, dell’assessore della Salute, Ruggero Razza, e del management dell’Asp va a tutti quelli che hanno lavorato e che ci hanno consentito di gestire al meglio l’emergenza, superare i momenti di difficoltà e contribuire in modo significativo alla campagna vaccinale. Il peggio sembra essere passato, ma…

Fumo di sigaretta e infezione da Sars-CoV-2: numeri più bassi di infetti tra i fumatori

  I ricercatori del CoEHAR hanno studiato per la prima volta il rapporto tra lo status di fumatori, verificato da specifici marcatori biochimici, e l’infezione da Sars-CoV-2 grazie ad una vasta ricerca sulla popolazione. «Rispetto ai non fumatori, i soggetti di cui è stata appurata in maniera oggettiva la condizione di fumatori sembrano essere meno suscettibili allo sviluppo dell’infezione da Sars-CoV-2. Questi risultati sono in accordo con dati precedenti che hanno dimostrato l’associazione tra lo status di fumatori autoriferito e una riduzione dei marcatori dell’infezione da Sars-CoV-2. I nostri risultati supportano l’idea che nuove applicazioni farmaceutiche innovative a base di nicotina possano prevenire l’infezione». Con queste parole il fondatore del CoEHAR, prof. Riccardo Polosa, illustra i risultati dello studio siero-epidemiologico condotto sulla popolazione e sugli…

Covid, chiudono hub a Catania: ma attivi drive in per tamponi

“Nella provincia etnea la copertura vaccinale è arrivata intorno all’82% e il ricorso agli hub è oggi minimo. E’ poi mutato il contesto epidemiologico e le disposizioni nazionali e regionali in materia di gestione della pandemia Covid impongono la riorganizzazione delle attività sanitarie”. Così il commissario per l’emergenza Covid, Pino Liberti, che annuncia, ufficialmente, la chiusura dei sei hub vaccinali della provincia di Catania. Da martedi 19 aprile le somministrazioni verranno effettuate in ambulatori dell’Asp collocati nei distretti territoriali, negli studi dei medici di medicina generale, nelle farmacie che hanno dato disponibilità e negli ospedali(Garibaldi Nesima per donne in gravidanza e in allattamento e Cannizzaro per fragili e allergici). Resterà ancora attivo il punto vaccinale di via Pasubio 19. Operativi anche tutti i drive in tamponi presenti sul territorio per…

1 2 3 27

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.