Privacy Policy
Home / L'Opinione / Schiena, lombalgia e sport. La dolorosa convivenza

Schiena, lombalgia e sport. La dolorosa convivenza

Schiena e sport è una questione di amore e odio. Il dolore alla schiena (Lombalgia) è una patologia che in Italia causa assenteismo dal lavoro. Questa colpisce la colonna vertebrale, tratto lombare, ed è caratterizzata da dolore e limitazione funzionale.

Può essere causata da irritazione delle terminazioni nervose delle strutture muscolo scheletriche, da contrattura muscolare o da stiramento, compressione e/o irritazione della radice nervosa, ernie e protrusioni.

Nella maggior parte dei casi il mal di schiena è di origine idiopatica, poiché il dolore risulta essere dovuto per un insieme di fattori, quali: la vita sedentaria, traumi osteomuscolari pregressi o causati dal sollevamento da terra di oggetti pesanti, la diminuzione della forza della muscolatura del tronco, uno squilibrio tra la muscolatura anteriore e quella posteriore del tronco, la perdita della lordosi lombare nella posizione seduta, le condizioni fisiche precarie, l’obesità , l’abuso di farmaci, droga ed alcol, cattiva postura e debolezza muscolare.

Fare esercizio fisico fa bene, e molte persone non lo fanno per mancanza di tempo. Tuttavia nella vita quotidiana siamo costretti a svolgere delle attività fisiche come ad esempio sollevare delle cassette di acqua, frutta, riporre dei barattoli nei cassetti, prendere oggetti da terra etc.

Queste sono le tipiche situazioni in cui le nostre azioni potrebbe trasformarsi in un brutto mal di schiena. Per tenere lontano la lombalgia dobbiamo migliorare la nostra postura ma soprattutto rafforzare la nostra muscolatura.

Fare sport o esercizio fisico

Camminare è certamente un’attività altamente consigliata. Calza un paio di scarpe molto comode e adeguate al tipo di percorso. Controlla sempre che la postura sia ottimale e se hai dolore alla schiena prediligi percorsi piani e adopera una fascia lombare.

Anche nuotare fa bene. Lo scarico del peso è sicuramente l’arma vincente di questo sport. Tuttavia un non corretto stile di nuoto (qualunque esso sia) può portare nell’insorgenza di lombalgie. Quindi ok il nuoto ma attenzione allo stile, soprattutto al corretto allineamento del corpo (testa, spalle, bacino, gambe e piedi).

Lo yoga ed il pilates svolgono due tipi di esercizi che non solo migliorano la postura, ma tendono anche ad allungarla. Si ricorda infatti, che la salute della nostra schiena dipende anche dalla relazione tonicità ed elasticità.

Tuttavia ci sono delle attività motorie a cui bisogna stare attenti. Ad esempio, tutte quelle gravitazionali che agiscono sulla colonna es. pesistica, corsa, corsa in montagna, basket, pallavolo.

Ovviamente queste attività si possono praticare, ma se è predisposti a lombalgia bisogna svolgerli con parsimonia.

© Riproduzione Riservata

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.