Privacy Policy
Home / News / Messina, l’Asp chiede il contributo della Regione per stabilizzare i precari storici

Messina, l’Asp chiede il contributo della Regione per stabilizzare i precari storici

Dopo avere completato il percorso di utilizzazione diretta, con la fuoriuscita dalle Cooperative dei 75 Lavoratori ASU attualmente in servizio presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, il Direttore Generale Paolo La Paglia intende completare il percorso per procedere alla loro stabilizzazione.

Con nota 63078 del 25 maggio 2020 ha inoltrato, all’Assessore Regionale della Salute Avv. Ruggero Razza e all’Assessore Regionale della Famiglia delle Politiche Sociali e del Lavoro Dott. Antonio Scavone, una formale richiesta di contributo straordinario quinquennale per procedere alla piena integrazione lavorativa e al superamento del precariato nella Pubblica Amministrazione.

telegram

L’opportunità di alleviare il disagio ormai pluriennale di tante famiglie, che darà piena dignità lavorativa al personale, è data dall’art. 1, commi 495-497 della Legge 160/2019 (Legge Finanziaria 2020) con cui le Amministrazioni pubbliche, utilizzatrici dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità, possono procedere alla loro assunzione a tempo indeterminato, anche con contratti di lavoro a tempo parziale e in deroga per il solo anno 2020 in qualità di lavoratori soprannumerari alla dotazione organica.

di Manlio Melluso
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.