Privacy Policy
Home / Sanità in Sicilia / La regola è non fermarsi: via all’accordo per vaccinare anche nei pub e ristoranti

La regola è non fermarsi: via all’accordo per vaccinare anche nei pub e ristoranti

Le attività commerciali diventano anche hub vaccinali. La campagna di vaccinazione non perde l’occasione, e il commissario per l’emergenza Covid, Renato Costa, ha già incontrato la presidente di Confcommercio Patrizia Di Dio. Un incontro preliminare, ancora nulla di firmato, ma la volontà c’è.

Una strategia dal grande potenziale considerando che da quando è arrivato il caldo torrido i centri vaccinali sono semivuoti. La Sicilia però è a metà dell’opera: su 4 milioni di siciliani, sono 2 milioni ad aver ricevuto almeno una dose, anche se sono gli over 60 a continuare a rimandare. Per loro da domani 4 giorni di open days.

telegram

L’obiettivo naturalmente è di vaccinare il più possibile e beccare tutti i restii al vaccino, scovandoli nei pub, ristoranti, pizzerie e complessi balneari. Grande sostenitore dell’iniziativa è anche Fipe che vuole “acciuffare” tutti i diffidenti dal vaccino.

Nonostante la risposta sia buona nella fascia 16 – 20 anni, meno sono i giovani tra i 21 e i 29 anni. Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto quindi, ed è per questa ragione che si sta cercando di raggiungerli nei loro luoghi di ritrovo.

Foto di repertorio

di Paola Chirico
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.