Privacy Policy
Home / Strutture pubbliche (Page 3)

Strutture pubbliche

Sei neonatologi assunti all’ASP di Agrigento, potenzieranno gli ospedali della provincia

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento recluta sei nuovi dirigenti medici neonatologi. Andranno a potenziare le Unità operative complesse di neonatologia degli ospedali di Agrigento, Licata, Sciacca e Canicattì. Nel dettaglio, due professionisti saranno destinati al “Barone Lombardo”, due al “San Giacomo D’Altopasso”, uno al “Giovanni Paolo II” ed uno al “San Giovanni di Dio”. Le procedure concorsuali sono già state ultimate e dopo la sottoscrizione dei contratti i nuovi dirigenti medici saranno immediatamente operativi. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Open day itinerante dell’Asp di Palermo domenica ad Altofonte

Prosegue senza sosta il “viaggio” dei camper della prevenzione dell’Asp di Palermo. Domenica 8 maggio l’Open Day Itinerante farà tappa ad Altofonte dove in Piazza Falcone e Borsellino sarà realizzato il “villaggio della salute”. Dalle 10 alle 16 gli utenti di tutto il comprensorio avranno la possibilità di aderire ai programmi di screening o di ricevere la somministrazione del vaccino anticovid. Gli operatori dell’Asp garantiranno: Pap Test e HPV Test (per donne tra 25 e 64 anni), distribuzione del Sof Test (per la ricerca del sangue occulto nelle feci per uomini e donne tra 50 e 69 anni) e screening delle malattie infettive sessualmente trasmissibili (per HIV, sifilide ed epatite). Un’area sarà destinata alla vaccinazione anticovid: prima, seconda o dose booster. Verranno garantire anche le…

l'intervista

Gusto, Olfatto e Long Covid: nascono due ambulatori dedicati a Palermo e Catania, il commento del presidente Igo La Mantia

Sin dai primi accenni di Covid perdere il gusto e l’olfatto sono stati i sintomi esplicativi dell’infezione. La perdita dell’olfatto senza rinorrea o congestione nasale significa che il Coronavirus attacca i chemocettori degli organi di senso. Questi sintomi, che non si esauriscono con l’infezione da Sars-cov-2, creano un forte disagio nei pazienti guariti. Il fenomeno del Long Covid ormai è infatti all’ordine del giorno, con le sue diverse problematiche, tra cui la depressione che, se non presa in tempo, può condurre anche alla morte. Da queste considerazioni nasce l’esigenza di trattare il sintomo a cui hanno pensato il Policlinico “Giaccone” di Palermo e il Policlinico “Rodolico” di Catania, che hanno costituito nei reparti di “Otorinolaringoiatria” degli ambulatori Long Covid dedicati. “La necessità era quella di attivare un modo per poter rispondere alle esigenze…

Tumori, mieloma multiplo: riconoscimento al Policlinico di Catania

Le attività di ricerca di una ricercatrice dell’Unità Operativa Complessa di Ematologia dell’Azienda ospedaliero universitaria Policlinico ‘G. Rodolico – San Marco’ di Catania per identificare i meccanismi che all’interno del microambiente midollare favoriscono la crescita e ripresa del mieloma multiplo, al secondo posto tra le malattie ematologiche più frequenti, sono state premiate dall’International Myeloma Foundation con un riconoscimento a livello internazionale e parzialmente presentate nell’ultimo meeting internazionale di aprile sul mieloma di Amsterdam. Il premio consentirà il finanziamento per un anno di una nuova ricerca volta a valutare le complesse interazioni tra la composizione delle cellule immunitarie e dei microbi presenti nella flora intestinale e del cavo orale per identificare quei meccanismi usati dal tumore per sfuggire alla risposta immunitaria. Il progetto premiato e già in corso…

“San Giovanni di Dio” di Agrigento, asportato carcinoma al colon. Lettera d’elogio di una paziente per la professionalità dell’equipe

E’ una vera e propria lettera d’elogio quella con cui una paziente, E.F. di 58 anni, esprime gratitudine nei confronti dell’equipe di chirurgia generale del presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio” di Agrigento per i livelli di professionalità e umanità avvertiti durante la sua permanenza di ospedale: “scrivo spinta da un profondo senso di gratitudine nei confronti di tutto il personale medico, infermieristico e OSS del reparto. La mia recente permanenza in ospedale mi ha permesso di apprezzare che nel nostro territorio esiste anche una buona sanità con alti livelli di professionalità e specializzazione condotta da bravi medici impegnati giornalmente con grande umanità, serietà e capacità. Volevo ringraziare il primario, professor Carmelo Sciumè, per la serietà, l’umanità, la sapiente direzione della divisione. Un grazie di…

Gemelli Giglio di Cefalù, eseguito primo intervento di embolizzazione della milza

E’ stato eseguito alla Fondazione Giglio il primo intervento di embolizzazione splenica che ha evitato l’asportazione della milza su un paziente politraumatizzato. L’intervento è stato condotto dall’equipe di radiologia interventistica composta dai dottori Franco Valenza e Valentina Bova Il paziente è arrivato al pronto soccorso del Giglio in seguito ad un incidente domestico. E’ stato tempestivamente sottoposto agli accertamenti di rito con l’esecuzione di una Tac total body che ha consentito l’immediata diagnosi di emoperitoneo da rottura della milza. Quindi il trasferimento in sala di emodinamica dove è stata effettuata l’embolizzazione dell’arteria splenica. “Un trattamento conservativo – spiega Franco Valenza – che arrestando il sanguinamento evita l’asportazione chirurgica della milza. Tali procedure – aggiunge Valenza – costituiscono uno dei pilastri del trattamento non operativo dei…

Asp Catania, chiudono oggi gli hub vaccinali, somministrate oltre 840 mila dosi

Sono state somministrare oltre 840 mila dosi nei sei hub della provincia di Catania. La presenza sul territorio dei punti vaccinali e il lavoro degli operatori ha consentito di gestire in modo ottimale l’emergenza covid. Oggi la chiusura di tutti gli hub, da martedi 19 l’attività proseguirà nei nuovi siti individuati dall’Asp. “Il lavoro di squadra – ricorda il commissario emergenza covid, Pino Liberti – è stato fondamentale e il mio ringraziamento, e quello del presidente della regione, Nello Musumeci, dell’assessore della Salute, Ruggero Razza, e del management dell’Asp va a tutti quelli che hanno lavorato e che ci hanno consentito di gestire al meglio l’emergenza, superare i momenti di difficoltà e contribuire in modo significativo alla campagna vaccinale. Il peggio sembra essere passato, ma…

Villa Sofia-Cervello di Palermo, richiesti medici per le aree di emergenza

villa sofia

L’azienda ospedaliera Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello cerca medici per le aree di emergenza. Al via, infatti, una selezione pubblica e per soli titoli, con l’obiettivo di formulare una graduatoria per incarichi a tempo determinato nella disciplina di Medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza o equipollente o affine. La delibera è stata pubblicata sul sito internet aziendale l’11 aprile e il termine di scadenza per presentare le istanze è il 26 aprile 2022. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Covid, Asp Palermo garantisce la vaccinazione a domicilio: ecco come prenotare

Gli utenti interessati alla vaccinazione domiciliare anticovid possono prenotare la prestazione inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica dell’Asp di Palermo vaccini.domiciliari@asppalermo.org. La vaccinazione domiciliare, che viene assicurata ai propri assistititi anche dai Medici di Medicina Generale, può essere prenotata anche telefonicamente chiamando ai numeri 091.7034775 oppure 091.7034776 attivi ogni giorno dalle ore 9 alle ore 19.  La somministrazione, concordata telefonicamente con gli utenti o con i familiari dell’utente intrasportabili, sarà assicurata dagli operatori dell’Asp di Palermo. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Il fatto

Ospedali e quarta ondata Covid: ci vorrà almeno un anno per tornare alla normalità

La Federazione dei medici internisti (Fadoi), a seguito di un’indagine, ha dichiarato che ci vorrà almeno un anno negli ospedali italiani per riprendersi dalla quarta ondata Covid. L’indagine, che ha coinvolto 19 regioni, ha rivelato che sono numerosi gli interventi e le prestazioni ordinarie che non sono state effettuate per colpa della pandemia. Si è registrato infatti, nel 16,7% dei casi, un blocco totale dei ricoveri programmati e seppure in altri si sia contenuto, in altri ancora ha sfiorato il 50%. La situazione però non ha riguardato solo i ricoveri, ma anche prestazioni quali analisi e visite specialistiche, i cui dati non sono migliori. Un’altra difficoltà che gli ospedali devono affrontare è quella dei posti letto. Infatti sebbene ultimamente non si siano raggiunti i livelli…

1 2 3 4 5 72

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.