Privacy Policy

Ospedali

il fatto

Villa Sofia – Cervello, un’Azienda alla paralisi amministrativa: la richiesta a Musumeci

La Federazione CIMO – FESMED degli OO.RR. Villa Sofia – Cervello ha scritto in data odierna alla Direzione Aziendale e, per conoscenza, al Presidente della Regione, On.le Nello Musumeci, nella sua qualità di Assessore Regionale della Salute ad interim e al Direttore del Dipartimento per la Pianificazione Strategica, Ing. Mario La Rocca per rappresentare le gravi criticità amministrative che ormai da troppo tempo attanagliano l’Azienda ospedaliera che è in preda ad una vera e propria paralisi amministrativa. Se, da oltre un anno a questa parte, l’Azienda è stata pronta ed efficace nella risposta al contenimento della pandemia da Covid 19, non si può più sottacere che l’ordinaria amministrazione da lacunosa si è progressivamente trasformata in assente. C’è un elenco interminabile di Unità Operative Complesse senza…

la ricorrenza

Civico: per la giornata mondiale dell’igiene delle mani sono diverse le attività

Come ogni anno, il 5 maggio ricorre la giornata individuata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per promuovere l’igiene delle mani. Quest’anno, nel pieno della campagna della vaccinazione antiCovid e dell’emergenza pandemica ancora in corso, la giornata mondiale dell’Igiene delle mani ha assunto un significato molto particolare, in quanto l’igiene delle mani, insieme alle precauzioni da adottare per le malattie a trasmissione respiratoria, rimane il fattore protezione chiave per prevenire l’infezione da nuovo Coronavirus. Pertanto, quest’anno lo slogan scelto per il World Hand Hygiene Day è “seconds save lifes-clean your hands” (i secondi salvano la vita. Igienizza le mani!) Sebbene nel corso di questa emergenza sanitaria l’attenzione di professionisti, decisori politici e opinione pubblica si sia focalizzata sull’utilizzo della mascherina, in ambito sanitario e socio-sanitario, è necessario continuare a sostenere…

il fatto

Villa Sofia-Cervello: cardiologia impianta device per alleviare l’angina pectoris

Il device di ultima generazione è denominato “Coronary Sinus Reducer“. È entrato nelle linee guida sulla cardiopatia ischemica cronica ESC (Società Europea di Cardiologia) nel 2019 ed è già utilizzato in altre realtà italiane, ma viene impiantato per la prima volta a “Villa Sofia – Cervello” e a Palermo. “Coronary Sinus Reducer ” è un moderno device endoluminale, progettato per ottenere un restringimento controllato del seno coronarico e, quindi, favorire la riduzione dei sintomi nei pazienti con angina pectoris refrattaria. Il device impiantabile per via percutanea in casi selezionati può rappresentare una valida strategia terepautica per il cardiologo interventista, al fine di alleviare i sintomi da angina secondaria all’ischemia cardiaca per quei pazienti che presentino severa o diffusa aterosclerosi coronarica ostruttiva, non candidabili (o non più) a procedure di rivascolarizzazione chirurgica…

la donazione

Palermo, prelievo multiorgano all’Ingrassia: è il secondo dopo 10 giorni

ospedale-ingrassia-palermo

A distanza di dieci giorni dall’ultimo intervento, un nuovo prelievo multiorgano è stato eseguito all’Ospedale Ingrassia di Palermo. La decisione dei familiari di una “generosa” donna di 70 anni, in morte encefalica, deceduta per emorragia cerebrale inoperabile, ha messo in moto, nell’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione del nosocomio di Corso Calatafimi, l’organizzazione dedicata. Dopo il periodo di osservazione obbligatorio per legge da parte del Collegio medico – costituito dal Direttore sanitario, Antonino Di Benedetto, dal coordinatore locale prelievi d’organo dell’Asp di Palermo, Calogero Bellia, dal fisiopatologo Luca Maria Vicari con la collaborazione del Tecnico di Elettroencefalografia, Barbara Rizzo –  ha avuto inizio l’intervento. In sala operatoria era presente l’equipe prelevatrice dell’ISMETT, coadiuvata dagli anestesisti-rianimatori Giuseppe Risalvato e Gabriella La Rocca, dall’infermiere di sala, Calogero Falzone,…

il fatto

Ospedale Cervello Palermo: Regione dà il via ai lavori per gli impianti di ossigeno

Nuova accelerazione nel Piano di potenziamento delle rete ospedaliera in Sicilia predisposto dal governo Musumeci. È stata già disposta l’immediata esecutività del progetto per la totale riqualificazione dello stoccaggio e della distribuzione dell’ossigeno nei reparti di emergenza del Padiglione A dell’ospedale Cervello di Palermo. La struttura commissariale tecnica, diretta da Tuccio D’Urso, sta curando, nell’ambito dello stesso intervento, che vengano anche rinnovate le centrali di produzione del caldo e del freddo, nonché le cabine elettriche principali e la rete di distribuzione dell’energia. Prossimi a partire anche i lavori relativi all’intero Padiglione A, in corso di progettazione esecutiva. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

la donazione

Covid: guarisce e regala tv all’ospedale di Agrigento

Guarisce dal Covid e regala una tv all’ospedale. La donna, Lidia Macaluso ha donato una tv all’ospedale di Agrigento. La donna ha concretizzato la propria riconoscenza donando al reparto uno smart TV da 32 pollici. La consegna del televisore si è svolta nel corso di un breve incontro al quale ha voluto partecipare anche il commissario straordinario Asp, Mario Zappia, esprimendo il suo ringraziamento per la donazione ricevuta. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

il fatto

Catania: innovazione al Garibaldi, tecnologie ultramoderna per l’oftalmologia

Svolta tecnologica nell’U.O. di Oftalmologia del Garibaldi-Nesima, per la gestione diagnostico terapeutica delle patologie oculari. L’Unità operativa diretta dal dott. Antonio Marino potrà usufruire, infatti, di ben tre nuovi microscopi hi-tech e di strumenti mininvasivi capaci di rendere le procedure chirurgiche meno traumatiche rispetto al passato, ponendosi come importante punto di riferimento per tutta la regione, ma anche oltre, rispetto al trattamento di patologie come quelle della retina, della cornea, del glaucoma e della cataratta. “Negli ultimi venti anni – afferma il dott. Marino – l’evoluzione tecnologica in oftalmologia ha fatto passi da gigante, in particolare sotto l’aspetto chirurgico. Con questo tipo di ammodernamento strumentale, il Garibaldi si pone certamente in linea con le principali strutture di settore a livello europeo“. L’Oftalmologia del presidio di…

una nuova speranza

Prelievo multiorgano all’Ospedale Ingrassia: donati fegato, reni e cornee

La decisione dei congiunti di una donna di 80 anni, vittima di una emorragia cerebrale inoperabile, permette di dare nuove speranze a pazienti in attesa del trapianto. La scelta di donare gli organi ha messo in moto la complessa macchina organizzativa. La donna di 80 anni era stata ricoverata il 4 aprile scorso all’Ospedale Ingrassia con emorragia cerebrale massiva inoperabile. Il 17 aprile c’è stata la comunicazione da parte del coordinatore locale prelievi d’organo dell’Asp di Palermo, Calogero Bellia alla Direzione medica di presidio che ha convocato – per l’accertamento della morte cerebrale –  il collegio medico, composto dal direttore sanitario dell’Ingrassia, Nino Di Benedetto, da Luca Vicari (neurofisiopatologo) e Maria Rotolo (rianimatore), coadiuvati dal tecnico, Barbara Laganà , medici di sala Calogero Bellia e…

innovazione

Paternò: all’ospedale arriva l’ambulanza di ultima generazione

Grazie all’impegno dell’Asp di Catania e alle sollecitazioni arrivate dal territorio – oltre che da lavoratori e sindacati – finalmente l’ospedale di Paternò può contare su una nuova ambulanza di ultima generazione. “Questo è un importante segnale di attenzione: in un momento particolare come quello che stiamo vivendo dove l’emergenza Covid purtroppo è in cima alle priorità, l’arrivo di questa ambulanza insiste sull’importanza di tutta l’assistenza sanitaria che non deve mai rimanere indietro nonostante la pandemia in atto”, dichiara Stefano Passarello, segretario provinciale della Uil Fpl. Parlando poi dell’emergenza Covid, Passarello ci tiene a sottolineare che proprio da tutta la provincia arrivano segnali importanti sia in termini di assistenza – nelle strutture così come a domicilio grazie alle Usca – sia in termini di vaccinazione…

si tingerà anche di giallo

Catania: Giornata dell’Endometriosi, al Nesima visite gratuite per tutte le donne

commissario-fabrizio-de-nicola

Oggi 27 marzo a Catania, in occasione della Giornata mondiale dedicata all’endometriosi, l’Arnas Garibaldi tingerà di giallo, il colore della malattia, la facciata del presidio ospedaliero di Nesima, non soltanto accendendo le luci simboliche della prevenzione, ma anche predisponendo l’accesso libero e gratuito alle donne che vogliono farsi visitare. Secondo dati del ministero della Salute, in Italia è affetto da endometriosi il 10-15% delle donne in età riproduttiva, mentre la patologia interessa circa il 30-50% delle donne infertili o che hanno difficoltà a concepire. Peraltro, le donne con diagnosi conclamata sono almeno 3 milioni. “L’Arnas Garibaldi, a seguito della recente legge regionale sull’endometriosi – afferma il direttore generale Fabrizio De Nicola – è particolarmente impegnata a migliorare e ampliare i servizi necessari per la diagnosi precoce…

1 2 3 34

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.