Privacy Policy

Asp

il primo tavolo della salute

Trapani, Cgil Cisl Uil e Federazioni Pensionati: “C’è l’impegno dell’Asp a ridurre le liste d’attesa””

Un confronto sui temi generali che riguardano le prestazioni sanitarie nel territorio trapanese, sulla gestione dei servizi e sul loro necessario potenziamento. È l’obiettivo del Tavolo della Salute che all’Asp di Trapani si è riunito per la prima volta e al quale partecipano Cgil Cisl Uil e Ugl Trapani, le loro federazioni dei Pensionati e il Commissario straordinario dell’Azienda sanitaria 9, Paolo Zappalà. Primo tema al centro dell’incontro, le lunghe liste di attesa per esami e visite specialistiche, tutte quelle prestazioni che non riguardano la gestione della pandemia. “La situazione è davvero allarmante – spiegano Filippo Cutrona segretario generale Cgil Trapani e Antonella Granello della segreteria Cgil, Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani ed Eugenio Tumbarello segretario generale Uil Trapani, insieme a Rosalba…

l'iniziativa dell'asp di Palermo

Villa delle Ginestre: attivati esami di risonanza magnetica fetale

L’Asp di Palermo arricchisce l’offerta sanitaria nei confronti dell’utenza ed in particolare delle donne in attesa. Nell’Unità Operativa Semplice di Radiodiagnostica di Villa delle Ginestre, guidata da Marco Brancato, afferente al Dipartimento di Diagnostica per Immagini aziendale, diretto da Elio Bennici, vengono eseguiti esami di Risonanza Magnetica fetale (RMF), metodica di “terzo livello” per l’accertamento delle patologie encefaliche fetali. “Il Servizio sanitario si dota di una metodica di grande importanza nella diagnosi prenatale – ha sottolineato il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni – grazie alle professionalità presenti nel Dipartimento, la struttura di radiodiagnostica di Villa delle Ginestre, diventa un concreto punto di riferimento per un vasto bacino di utenza che trova nell’offerta pubblica, risposte anche per prestazioni ad elevata complessità”. La Risonanza Magnetica…

il fatto

Sanità: via al bando dell’Asp di Palermo per 29 posti interamente dedicato ai disabili

gurs-gazzetta-ufficiale-concorsi

L’Asp di Palermo ha indetto un concorso pubblico per titoli ed esami interamente riservato ai soggetti disabili (art. 1 della legge n. 68/1999) per la copertura a tempo pieno e indeterminato di posti di diverse figure professionali afferenti al personale del Comparto sanitario come di seguito indicato: 21 posti di assistenti amministrativi (categoria C); 8 posti di collaboratore professionale sanitario assistente sanitario (categoria D). La domanda di partecipazione dovrà essere compilata ed inviata solo in via telematica, pena l’esclusione, utilizzando la specifica applicazione disponibile sul sito internet dell’Azienda (www.asppalermo.org – sezione «Concorsi») seguendo le relative istruzioni formulate dal sistema informatico. Il termine di presentazione delle domande scade alle 23:59:59 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Qualora il termine…

le dichiarazioni

Ragusa, pugno duro dell’Asp: le dichiarazioni sui 30 sanitari sospesi “NoVax”

Qualche giorno fa l’Asp di Ragusa ha sospeso dal servizio i dipendenti non ancora sottoposti alla vaccinazione anti Covid. Sono stati circa 30 tra medici, infermieri e operatori sanitari coloro che si sono visti sospendere per tali ragioni. A tal proposito interviene il direttore generale dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò: “Non è un provvedimento disciplinare, ma è semplicemente l’applicazione di una norma che prevede che queste persone abbiano un requisito che è venuto meno“, precisa anzitutto. “Mettiamo caso un medico venga contagiato dal Covid e lo trasmette, oppure muore, la colpa potrebbe essere anche nostra. Noi abbiamo applicato alla lettera quello che è previsto dal decreto legge del 1 aprile (art.4 del D.L. 01.04.2021)“. “Abbiamo fatto le verifiche necessarie, abbiamo fatto un invito, poi le diffide. Abbiamo…

il fatto

Asp e Aiop: sottoscritto accordo per vaccinare nelle strutture private

È stato siglato nei giorni scorsi nei locali della struttura commissariale, l’accordo con l’Aiop, Associazione italiana ospedalità privata. Il protocollo, a partire dal 3 giugno, apre le porte alla somministrazione dei vaccini in 18 strutture sanitarie private per i pazienti in degenza e ambulatoriali, compatibilmente con le condizioni cliniche. All’incontro erano presenti i vertici Aiop, il presidente regionale, Carmelo Tropea, e il presidente provinciale, Daniele Virgillito, il direttore generale, Maurizio Lanza e il direttore sanitario dell’Asp, Antonino Rapisarda, il direttore del Dipartimento del Farmaco, Anna D’agata. Ciascuna struttura gestirà la propria agenda vaccinale in via autonoma: “numeri destinati a fornire un ulteriore contributo e a segnare un nuovo passo avanti verso il raggiungimento dell’obiettivo della campagna vaccinale”commenta il commissario ad acta per l’emergenza covid, Area…

l'intervista

Ritorno alla normalità nel trapanese: ce ne parla il commissario Asp Zappalà | VIDEO

GUARDA IL VIDEO IN ALTO L’andamento della campagna vaccinale sul territorio trapanese, il raggiungimento dell’obiettivo “isole Covid – free”, la riorganizzazione delle strutture ospedaliere verso la normalità, sono alcuni degli argomenti affrontati col commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Paolo Zappalà. Sono trascorsi nove mesi dall’insediamento del manager romano all’Asp di Trapani, durante i quali è stato necessario fronteggiare l’emergenza sanitaria scatenata dalla pandemia da Covid, con modalità, tempi e organizzazione di uomini e strutture. “In questo momento la campagna vaccinale sta mettendo a dura prova l’organizzazione delle strutture sanitarie su scala nazionale, ma devo dire che a Trapani stiamo andando bene – ha sottolineato Zappalà – Abbiamo effettuato oltre 210mila somministrazioni di vaccino dall’inizio della campagna, cioè dallo scorso 27 dicembre. Stiamo viaggiando…

il fatto

Trapani: eseguito con successo un complesso intervento di chirurgia vertebromidollare

È stato eseguito, presso l’Ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani, un intervento chirurgico di alta complessità su una paziente affetta da grave frattura dell’arto inferiore destro e con fratture, multiple, della colonna vertebrale. Tale intervento chirurgico è stato possibile grazie alla collaborazione, nell’esecuzione di una procedura chirurgica tra le prime del suo genere, tra le equipe chirurgiche dirette dal Dott. Sugameli (Direttore dell’U.O.C. di Ortopedia dell’Ospedale di Trapani) e del Prof. G.D. Iacopino (Direttore dell’U.O.C. di Neurochirurgia del Policlinico di Palermo). Grazie alla disponibilità ed alle oculate scelte della Direzione Strategica dell’A.S.P. di Trapani, anche in questa epoca di pandemia Covid-19, non si è mai arrestata l’attività assistenziale ambulatoriale neurochirurgica che continua ad essere presente, sia a Marsala che a Trapani con cadenza settimanale. Come ci…

il fatto

Agrigento: sovraffollamento per il primo giorno di vaccinazioni all’Open Weekend

“La maggiore affluenza di persone registrata ieri presso l’hub vaccinale del Palacongressi di Agrigento è da mettere in relazione alla novità sostanziale dell’open weekend 22-24 aprile rispetto a quello dello scorso fine settimana. La somministrazione dei vaccini Pfizer e Moderna senza prenotazione ai soggetti ultraottantenni ed ai vulnerabili aventi diritto, in aggiunta a quelle straordinarie AstraZeneca per gli over60 e alle seicento inoculazioni giornaliere programmate, ha sensibilmente aumentato l’afflusso di utenti presso la struttura”. È quanto afferma il commissario straordinario ASP, Mario Zappia, in merito ai sovraffollamenti registratisi ieri al centro vaccinale del Villaggio Mosé. “Lo scarso anticipo con cui è stata resa nota la pur meritevole iniziativa da parte della Regione Siciliana – continua Zappia – ha complicato le operazioni di accoglienza nella giornata…

il fatto

Ragusa: via alle vaccinazioni dai medici di base, le attività programmate dall’Asp

Da oggi parte, anche nella provincia di Ragusa, la campagna vaccinale Sars-Cov-2 con i Medici di famiglia.    Hanno aderito alla campagna 165 medici su 241. Un numero significativo che potrebbe anche aumentare in un successivo momento. I Medici di Medicina Generale hanno dato la loro disponibilità per le vaccinazioni nei propri studi, al domicilio del paziente e nelle sedi vaccinali aziendali. I Medici di Medicina Generale vaccineranno i soggetti con età superiore a 80 anni; soggetti con disabilità grave e soggetti estremamente vulnerabili. I MMG si approvvigioneranno delle dosi di vaccino nella Farmacia ospedaliera dell’Asp. Il vaccino che verrà somministrato è il Moderna. Si tratta di un vaccino basato sull’mRNA come Pfizer. Ogni fiala contiene 10 dosi da inoculare. Il richiamo avviene dopo 28 giorni dalla prima…

l'idea

Covid, ‘Vaccinazione di prossimità’ per gli ultra 80enni: la proposta dell’Asp di Enna

Il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, dott. Francesco Iudica, e il Direttore Sanitario, dott. Emanuele Cassarà, hanno rivolto ai Sindaci del Comuni dell’ASP la proposta della “Vaccinazione di prossimità“ per i cittadini ultraottantenni che ancora non sono stati vaccinati. “Sebbene il dato dei vaccinati ultraottantenni della nostra ASP sia significativamente maggiore di quello medio della Regione Siciliana – scrive Francesco Iudica ai Primi Cittadini – riteniamo sia nostro dovere favorire l’opportunità di accesso alla vaccinazione per tale categoria che con più difficoltà di ogni altra può raggiungere le sedi vaccinali che abbiamo posto nei quattro ospedali aziendali, in considerazione che in tali strutture è più alto il livello di sicurezza per la costante presenza di medici rianimatori. Per tale ragione abbiamo programmato una “Vaccinazione…

1 2 3 28

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.