Privacy Policy
Home / Dalla politica

Dalla politica

Sanità siciliana

Vaccino anti Covid, in Sicilia possibili stop per garantire le dosi del richiamo

“L’auspicio è che in tempi rapidi l’Ema voglia liberare altri vaccini, perché è assurdo che ce ne siano che possano essere utilizzati in altri Paesi anche dell’Occidente, ma che in Europa non vengano ancora consentiti. Forse è il caso, anche per questo annuncio che viene da Pfizer, che in sede comunitaria ci si dia una mossa dal punto di vista delle autorizzazioni”. Lo ha affermato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, a Catania durante un incontro sulla zona rossa nell’Isola. “Abbiamo dovuto – ha aggiunto – quasi sospendere in alcune province la campagna vaccinale per garantire i richiami. Siamo partiti con un veloce sprint, poi abbiamo fatto magazzino per i richiami per prudenza. Ho dovuto dare indicazione nelle scorse ore, fino a quando lunedì non ci…

Il Vicepresidente di Forza Italia in Senato

Vaccini, Giammanco: ”Coinvolgere strutture private, basta ritardi”

“Ritengo necessario coinvolgere al più presto nel piano di vaccinazione anche le strutture private. Siamo tra i Paesi con più morti in rapporto alla popolazione, non possiamo permetterci ritardi, il vaccino salva la vita e fa ripartire l’economia“ così Gabriella Giammanco, Vicepresidente di Forza Italia in Senato. “Non appena inizieranno le vaccinazioni di massa, il Paese sarà chiamato a uno sforzo incredibile. Temo fortemente che il sistema sanitario pubblico da solo non possa sostenerlo in tempi ragionevoli. Per questo è importante coinvolgere le strutture private accreditate e qualificate, previo controllo del rispetto degli standard previsti ovviamente, così da velocizzare il percorso che ci attende. Con i tamponi è stato fatto in ritardo, se ci si fosse mossi subito il tracciamento sarebbe stato più agevole e…

Definito target popolazione, trenta i punti di stoccaggio dosi

Vaccini anti Covid Sicilia, decise modalità di preadesione del personale sanitario

Definite le modalità di preadesione del personale sanitario e il target di popolazione da sottoporre al vaccino anticovid. L’assessore alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, nel corso di una conferenza stampa, a Palazzo Orleans, a Palermo, ha illustrato alcuni dettagli della prima fase della campagna che partirà il prossimo gennaio. “Sarà una sfida importante e auspico che ci sia la più larga adesione da parte del personale sanitario – ha detto Razza -. La loro partecipazione è fondamentale per far si che alla popolazione arrivi il messaggio che vaccinarsi è utile per vincere la battaglia contro il virus”. Dalle prossime ore, infatti, sul portale siciliacoronavirus.it sarà operativa una sezione dedicata alle pre-adesioni alla vaccinazione da parte del personale sanitario. La Sicilia è la seconda…

EMERGENZA CORONAVIRUS

Vaccini anti Covid in Sicilia, l’auspicio di Musumeci: vaccinare tutta la popolazione entro l’estate

“La consegna dei vaccini anti Covid nelle regioni sarà graduale. Noi dovremmo riceverne come prima dotazione 141 mila dosi per sottoporre subito al trattamento il personale sanitario quello ‘in trincea’, maggiormente esposto al contagio, le persone anziane e quelle fragili”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci durante la trasmissione “I numeri della pandemia”, su Sky TG24. “L’obiettivo nazionale – ha aggiunto – e quindi il nostro auspicio è che, entro l’estate tutta la popolazione possa essere vaccinata. Se si manterrà il cronoprogramma stabilito del governo centrale credo che entro maggio o giugno si possa completare il trattamento per tutti i cinque milioni di siciliani”  di Redazione© Riproduzione Riservata

La decisione

Covid, Consiglio di Stato: ok all’uso dell’Idrossiclorochina per la cura del virus

Sì del Consiglio di Stato all’idrossiclorochina per la cura del Covid, solo su prescrizione e non rimborsabile. La terza sezione del Consiglio di Stato ha accolto, in sede cautelare, il ricorso di un gruppo di medici di base e ha sospeso la nota del 22 luglio 2020 di Aifa che vietava la prescrizione off label cioè per un uso non previsto dal bugiardino, dell’idrossiclorochina per la lotta al Covid-19. Si legge nell’ordinanza che “la perdurante incertezza circa l’efficacia terapeutica dell’idrossiclorochina, ammessa dalla stessa Aifa a giustificazione dell’ulteriore valutazione in studi clinici randomizzati, non è ragione sufficiente sul piano giuridico a giustificare l’irragionevole sospensione del suo utilizzo sul territorio nazionale da parte dei medici curanti”. “La scelta se utilizzare o meno il farmaco, in una situazione di dubbio e di contrasto nella comunità…

FESTIVITÀ NATALIZIE

Covid, ordinanza Musumeci: “Rientri in Sicilia? Permessi, ma con i tamponi”

“Visti i rientri previsti in Sicilia ci stiamo impegnando come in precedenza per impedire i contagi e allo stesso tempo consentire a chi torna in Sicilia di poter trascorrere le festività con i propri cari, non è giusto penalizzarli ulteriormente”. Cosi il presidente della Regione Nello Musumeci, parlando dell’ultima ordinanza , a margine di un incontro a Messina sulla zona Falcata. “Il cittadino che vuole rientrare in Sicilia – aggiunge – , lo può fare purché porti l’attestazione di essersi sottoposto a tampone molecolare e di essere risultato negativo, in alternativa può partecipare al Drive In e sottoporsi al tampone rapido oppure può andare in un laboratorio privato fare il tampone a spese sue e sottoporlo all’Asp di competenza”. di Redazione© Riproduzione Riservata

Sanità siciliana

Via libera alla stabilizzazione dei medici in servizio a bordo delle ambulanze 118

Dopo 15 anni si chiude un’altra pagina di precariato della sanità siciliana: è stato dato il via libera, infatti, alla stabilizzazione dei medici dell’emergenza in servizio nelle ambulanze del 118. Ieri, con un proprio decreto, l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza ha avviato il percorso di trasformazione in lavoro stabile per quei professionisti che operano con incarico a tempo determinato ed in regime di convenzione. Il risultato è stato raggiunto dopo una proficua collaborazione con le organizzazioni sindacali di categoria che, in queste settimane, hanno avuto modo di confrontarsi con l’Assessorato della Salute per definire i criteri della stabilizzazione. Il provvedimento, che sarà in vigore dalla pubblicazione, riguarda nello specifico i medici dell’emergenza i quali, a causa della carenza di personale, hanno finora prestato servizio garantendo la continuità dell’assistenza agli…

Nuove misure economiche a sostegno

Covid: 31 milioni dalla Regione per il Sistema Sanitario Regionale

Via libera dall’Assessorato regionale alla Salute ad alcune significative misure rivolte al personale medico e sanitario, tra cui i lavoratori della Seus 118, per le prestazioni nell’ambito dell’emergenza Coronavirus. In particolare è stata avviata la ripartizione dei fondi contrattuali, per circa 31 milioni di euro, nei confronti delle aziende del Sistema sanitario regionale che poi provvederanno, già dalla metà del mese di dicembre, all’erogazione ai lavoratori secondo precisi criteri di assegnazione che assessorato e organizzazioni sindacali (che hanno aderito al percorso di confronto istituzionale) individueranno in questi giorni. CHI È INCLUSO NEL PROVVEDIMENTO Tre le categorie destinatarie del provvedimento, suddivise in altrettante fasce: Fascia A – Alta intensità: personale afferente a Pronto Soccorso, Terapia intensiva e Semi-intensiva, Malattie Infettive, Pneumologia, Reparti Covid di varie specialità, ai Laboratori di analisi, Microbiologia e Radiologia, U.S.C.A. e…

La Vice Presidente di Forza Italia al Senato

Emergenza sanitaria, Giammanco: “Situazione in Europa, necessario il ricorso ai fondi Mes”

“Stante la situazione che si sta delineando in Europa, il ricorso ai fondi del Mes sembra necessario” così Gabriella Giammanco, Vice Presidente di Forza Italia al Senato, durante l’audizione del Ministro Gualtieri sulla Riforma del Meccanismo europeo di stabilità. “A causa dei veti incrociati di Ungheria, Polonia e Slovenia al quadro finanziario pluriennale di Bilancio e alla decisione di condizionare i finanziamenti al rispetto dello Stato di diritto, gli aiuti del Next Generation Eu arriveranno più tardi del previsto. A questo si aggiunge la lentezza con cui si procede da parte del Governo italiano all’elaborazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza che, per stessa ammissione del premier Conte, verrà presentato con un certo ritardo. Come se non bastasse, per fare cassa esponenti della maggioranza…

"Si sceglie la lente dell’ordinarietà per la valutazione di fatti straordinari”

Ars, non passa la mozione di censura all’assessore Razza: l’intervento in aula

Non passa la mozione di censura nei confronti dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, una coalizione di governo compatta si è materializzata in 36 voti contro la mozione, mentre 25 sono stati i voti favorevoli. Una mozione portata avanti e firmata da una parte dell’opposizione al Governo Musumeci formato dal PD, M5S e Movimento Cento Passi, che accusa una disorganizzazione nella gestione della seconda ondata dell’Emergenza Coronavirus nella Regione. In dibattito in aula ha visto l’opposizione incentrata in primis sulle scelte in merito alle strutture sanitarie, come quelle che hanno riguardato gli ospedali Covid, decisioni, che a parere dell’opposizione, si sono riversate sull’assetto delle terapie intensive, il fermo delle attività chirurgiche e della gestione delle patologie non legate al virus. Dichiarazioni critiche come quelle dei…

1 2 3 21

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.