Privacy Policy
Home / Dalla politica

Dalla politica

il nuovo decreto

Il Green pass diventa obbligatorio: una dose per i luoghi al chiuso, due per viaggiare

Oggi il Governo Draghi varerà il nuovo decreto che prevede la certificazione verde per svolgere le attività quotidiane e per viaggiare. L’Esecutivo annuncia un green pass obbligatorio con una dose di vaccino per tutti i luoghi al chiuso, compresi i ristoranti, doppia dose, invece, per recarsi in quei luoghi in cui il rischio di assembramenti è certo. In zona bianca basterà, quindi, avere una prima dose per stare nei ristoranti al chiuso. Per quanto riguarda altri luoghi chiusi la decisione sarà presa oggi e spetterà alla cabina di regia — dopo il confronto con le Regioni e il parere del Comitato tecnico scientifico — stilare la lista che già comprende aerei, treni e navi. Per presidenti di Regione è già scattato il semaforo verde al…

la sentenza

Consiglio di Stato boccia ricorso Migep: l’OSS non è una professione sanitaria

Gli OSS non sono stati riconosciuti tra le professioni sanitarie. A stabilirlo il Consiglio di Stato con la sentenza n. 00308 del 07/06/2021, in riforma della sentenza del TAR del 2020. Il Migep chiedeva l’attuazione dell’articolo 5 della legge dell’11 gennaio 2018, che istituiva l’area delle professioni sociosanitarie, ricorrendo al Consiglio di Stato, in riforma della sentenza del TAR Lazio ed evidenziando la mancata attuazione del Ministero della Salute.  In questo modo è stato impedito agli OSS di poter ottenere i migliori trattamenti economici e professionali. Il Migep ha recriminato al Ministero della Salute l’inserimento degli operatori socio sanitari nel profilo degli operatori di interesse sanitario. Ed ha anche rilevato che neanche sotto il profilo della formazione, si era data attuazione alla legge 3 del 2018, con la conseguenza…

il fatto

CIMO – FESMED auspica il ritorno di Razza alla guida dell’Assessorato

La vicenda dei dati Covid truccati o meno, già parzialmente sgonfiatasi col passaggio da una Procura all’altra, ha determinato come risultato più eclatante la decapitazione della Sanità Regionale sia attraverso la sospensione sine die della Dirigente Generale del DASOE, Maria Letizia Di Liberti, sia con le dimissioni volontarie dell’Assessore Ruggero Razza. Non volendo minimamente entrare nel merito della vicenda giudiziaria di cui in tanti hanno parlato pur senza avere tutti gli elementi necessari per poter esprimere una valutazione scevra da condizionamenti di parte, non ci si può esimere da una semplice constatazione, quella che il Presidente Musumeci non può, per via dei tanti altri gravosi impegni, continuare ancora per molto a mantenere l’interim di un Assessorato che, mai come in questo drammatico frangente, ha bisogno…

il fatto

Medici chiedono confronto a Speranza, Anelli: “Serve una rivoluzione copernicana della Sanità”

I camici bianchi, dagli ospedalieri a quelli di base, dagli operatori del 118 agli specializzandi, denunciano “un disagio intollerabile” e chiedono un confronto al ministro della Salute Roberto Speranza. A prendere la parola Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale dei Ordini (Fnomceo): “I medici sono stremati. Si sono spesi senza risparmiarsi per far fronte alla pandemia, non solo curando i pazienti, ma puntellando con la loro abnegazione le carenze strutturali e organizzative che si erano ormai fatte sistema e che il Covid ha accentuato“. E rilancia: “È il momento di una rivoluzione copernicana della Sanità, che metta al centro non i pareggi di bilancio, ma gli obiettivi di salute, i professionisti e i cittadini. Che non consideri gli operatori come prestatori d’opera, cui chiedere servizi…

il fatto

Vaccini: la Sicilia accelera, da domani al via prenotazioni per ultra50enni

In Sicilia somministrate 1.525.776 dosi su un totale di 1.923.625, il 79,3%. A pesare le 250 mila le dosi di AstraZeneca ancora non utilizzate e conservate nei frigoriferi in Sicilia. Il dato è stato fornito ieri dal dirigente generale dell’assessorato alla Salute, Mario La Rocca. Così il governatore Nello Musumeci va dritto per la sua strada: “Niente più vaccini tenuti nei frigoriferi per mesi e mesi in attesa che si operi questa conversione generale da parte dei cittadini diffidenti. Dobbiamo andare avanti, dobbiamo vaccinare quanta più gente possibile“. Così al via le vaccinazioni per i cinquantenni e nelle isole minori per i maggiorenni, puntando a una immunizzazione di massa capace di rendere le isolette Covid-free come richiesto dai territori. Nel dettaglio, partirà domani la nuova fase della campagna vaccinale in…

continuano le trattative

Covid: governo italiano in trattativa per la produzione di vaccini a mRna

Il governo italiano ha intrattenuto colloqui con diverse case farmaceutiche circa la possibilità di iniziare la produzione di vaccini anti Covid basati sulla tecnologia a mRna (come quelli di Pfizer e Moderna) in Italia, in quello che viene percepito essere un ulteriore segnale che si preferisca quel tipo di vaccino a quelli invece basati sulla tecnologia del vettore virale, come AstraZeneca o Johnson & Johnson. Secondo quanto riporta il “Financial Times“, il governo avrebbe discusso sulla produzione “nazionale” con la statunitense Moderna, la svizzera Novartis e l’italiana ReiThera, con le ultime due che potrebbero essere coinvolte nella produzione del vaccino sviluppato dalla tedesca CureVac in Italia. Novartis ha infatti firmato un accordo preliminare con CureVac nel mese di marzo per produrre una parte delle forniture…

in estate

Musumeci: “In estate vaccini anche negli stabilimenti balneari”

“Dopo le parrocchie, andremo anche al mare, siamo pronti a fare le vaccinazioni anche negli stabilimenti balneari, naturalmente d’intesa con la federazione interessata ed il consenso dei titolari. Ma lo possiamo fare appena avremo i vaccini. Non ci dobbiamo mai fermare, neppure in estate“. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci intervenendo del pomeriggio a Tgs. “Abbiamo tutto l’interesse ad evitare che negli hub si lavori dalle 8 alle 22 – ha aggiunto Musumeci – sono per il decentramento, ma serve la materia prima, cioè i vaccini. Oggi non ci sono vaccini a sufficienza, gli hub riescono appena appena a lavorare con la disponibilità che abbiamo. Quando arriveranno i vaccini, almeno 100mila dosi per volta, possiamo cominciare a decentrare. Ma se non dovessero bastare i decentramenti possiamo anche lavorare di…

inaugurazione struttura di pneumologia Covid

Vaccini, Razza: “Sicilia è tra le regioni d’Italia che di più ha fatto sull’utilizzo di AstraZeneca”

“Ieri fino a tarda sera si è lavorato in tutti i nove hub provinciali e la Sicilia è tra le regioni d’Italia che di più ha fatto sull’utilizzo dei vaccini di AstraZeneca nei confronti del quale c’è stata, c’è e per certi aspetti continua ad esserci una qualche preoccupazione da parte di tanti cittadini. La nostra iniziativa è servita per recuperare un gap inevitabile – che anche le altre Regioni hanno subito – di chi ha rinunciato alla programmazione“. Lo ha detto l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, a Catania, a margine dell’inaugurazione all’ospedale ‘Garibaldi Centro’ della nuova struttura di pneumologia per pazienti Covid. “Se la metà dei siciliani prenotati non sono andati – ha aggiunto Razza – c’è stata un’ulteriore ed eguale quantità di…

la dichiarazione

Covid, Musumeci: “La Sicilia non è in zona d’emergenza, siamo in testa per le vaccinazioni”

“Con il Covid abbiamo imparato a rivedere quali sono le necessità del territorio. La sanità, non solo in Sicilia, ma in tutto il mondo, ha dovuto fare i conti con una programmazione che debba tenere in grande considerazione le malattie infettive”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a Catania, a margine dell’inaugurazione all’ospedale ‘Garibaldi Centro’ della nuova struttura di pneumologia per pazienti Covid. “La terapia intensiva – ha aggiunto Musumeci – già da anni in Sicilia era carente e per questo noi avevamo lanciato un grido d’allarme con il piano regionale della salute”. “Alla fine di questa estate – ha sottolineato Musumeci – la struttura sanitaria regionale si sarà dotata di nuovi reparti, di nuovi posti letto in terapia intensiva e sub intensiva, ma anche di…

il commento

Giornata vittime del Covid, Musumeci: “Un dolore che segnerà per sempre l’Isola”

“4383. Cifra durissima di un dolore che segnerà per sempre la nostra Isola. Cifra terribile di un anno drammatico, difficilissimo, che nessuno era preparato ad affrontare. Oggi, nella Giornata che la Nazione dedica alle vittime del Covid, anche le bandiere della Regione sono a mezz’asta, nel ricordo dei 4383 siciliani che il virus si è portati via. Ma, assieme all’omaggio doveroso, e all’abbraccio ai loro familiari, rinnoviamo con tutte le nostre forze, l’impegno a far sì che, al più presto, la battaglia contro questo implacabile virus sia vinta. Uniti, ce la faremo“. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, nella Giornata nazionale in memoria della vittime del Covid19. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

1 2 3 24

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.