Privacy Policy
Home / Salute in pillole (Page 3)

Salute in pillole

il fatto

Farmacie: riconoscimento al valore dell’atto professionale ufficiale nel DEF

Il valore della farmacia quale primo presidio sanitario di prossimità sul territorio ha ottenuto un importante e ufficiale riconoscimento nel Documento di economia e finanza 2022 (DEF) recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri, che prevede la valutazione di un nuovo metodo di calcolo per la remunerazione della dispensazione del farmaco nell’ambito del SSN. La nuova remunerazione, si legge nel DEF – che rappresenta l’indirizzo economico finanziarioindicato dal Governo per le misure da attuare nell’ambito della Legge di bilancio per l’anno 2023 – permetterà di “salvaguardare la rete di prossimità rappresentata dalle farmacie italiane, a partire dalle zone interne, montane e a più bassa redditività” e accompagnerà lo sviluppo di una farmacia “che, insieme alla dispensazione dei farmaci, si trasformi, sempre più, in farmacia dei servizi,…

la ricerca

Sintomi post Covid simili alla chemioterapia: lo conferma uno studio inglese

Il Covid, come ormai sappiamo, una volta finita l’infezione, lascia comunque degli strascichi da non sottovalutare. Una ricerca dell’Università di Oxford accomuna tutti i sintomi come confusione mentale, difficoltà di concentrazione, problemi di memoria sotto la denominazione di “nebbia mentale“. Di questo disturbo si sa ancora poco, ma secondo gli esperti avrebbe una sintomatologia non tanto diversa da quella sperimentata da chi soffre di simili effetti collaterali a seguito della chemioterapia per curare un tumore o dalle persone affette da sindrome da fatica cronica, Alzheimer e altri disturbi post-virali. Lo studio inglese ha indagato i cambiamenti a livello cerebrale di 785 soggetti di età compresa tra 51 e 81 anni: l’infiammazione neurologica alla base di questi disturbi potrebbe infatti essere una spiegazione comune. Ciascuno dei…

il fatto

Covid: via libera a quarta dose vaccino per persone over 50 negli USA

La Food and Drug Administration (Fda), agenzia federale degli Stati Uniti regolatrice del settore farmaceutico, ha concesso l’approvazione emergenziale per la somministrazione della quarta dose di vaccino contro il Covid-19 alle persone di età superiore a 50 anni. Lo riferisce la stampa Usa, precisando che per il momento l’autorizzazione per la seconda dose “booster” è stata concessa ai vaccini commercializzati da Pfizer e Moderna. Il via libera alla quarta dose è giunto a seguito della valutazione preliminare dei risultati della campagna vaccinale a Israele, dove la somministrazione della quarta dose di vaccino sembra essere stata efficace nell’estendere almeno in parte la tutela contro le forme più gravi della malattia. L’Fda ha dato il via libera anche alla somministrazione di una ulteriore dose “booster” del vaccino Pfizer ai soggetti di età superiore…

il fatto

Long Covid, manca il quadro completo dei sintomi. Pregliasco: “Estate tranquilla, inverno difficile. Non escudo nuove varianti”

A quattro settimane dalla guarigione si può definire long covid, dopo le 12 settimane si parla di sindrome, in alcuni casi con sintomi invalidanti. Le donne risultano le più esposte e i giovani l’anello debole. “Ci sono pazienti guariti dall’infezione che si riprendono in poco tempo e senza effetti negativi, altri che devono fare i conti con il long covid che colpisce fino al 40% delle persone, di cui solo la metà sembra guarire completamente. Mancano le linee guida su diagnosi e trattamento – ha spiegato il presidente dell’Ordine dei medici Renato Mancuso -. Per questo, per la prima volta in Italia, abbiamo voluto accendere i riflettori sulla mancanza di dati classificati e i percorsi diagnostici, terapeutici e riabilitativi non ancora standardizzati”. “In Italia, come in Europa, restano le incertezze –…

la ricerca

Tumori: in arrivo gli anticorpi a doppia azione, la ricerca del Candiolo di Torino

I nuovi anticorpi di ultima generazione stanno dimostrando di essere la via più concreta per trattare i tumori resistenti alle cura, con una doppia azione: colpendo le cellule malate e risvegliando le difese immunitarie. Una patologia rara e molto aggressiva che colpisce in Italia circa 4400 persone l’anno, in maggior parte di età adulta, di cui almeno il 35% purtroppo non risponde ai trattamenti standard o sviluppa successivamente recidive: è il linfoma non-Hodgkins e per questi pazienti “difficili” da trattare, ci sono proprio i nuovi anticorpi nati dalla ricerca dell’IRCCS Candiolo di Torino. Il Candiolo è partner della ricerca che valuta proprio l’efficacia di anticorpi di ultima generazione detti bispecifici (a doppia azione), perché in grado di attaccare le cellule del linfoma e risvegliare le…

il fatto

Covid: indennità di Pronto Soccorso ad infermieri, OSS e professionisti sanitari. Ancora promesse senza i fatti

medici

È stata prevista dal Ministro Speranza una nuova indennità di Pronto Soccorso, per tutte le professioni sanitarie come OSS, medici e infermieri. Da tre mesi aleggia una promessa di cui ancora non si hanno notizie concrete, nonostante l’inserimento in bilancio. L’indennità prevista ammonta a 90 milioni al personale di Pronto Soccorso (compresa la dirigenza medica), di cui 27 milioni ai 10.000 medici e 63 milioni agli Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari, anche se non ripaga la mancanza stimata di quasi 20.000 unità di personale nei Pronto Soccorso. La nuova indennità doveva entrare in vigore lo scorso 1 gennaio ma al momento è tutto fermo. Questo a causa della lenta contrattazione del nuovo CCNL e dalle fumose strategie dell’ARAN. “L’agenzia starebbe nascondendo le carte“, come testimoniano…

il fatto

Green Pass, Gimbe: “La scadenza non può essere illimitata”

Ad oggi nessuna evidenza scientifica permette di definire una durata del supergreen pass che correrà dalla somministrazione della terza dose” ma “serve comunque una precisa scadenza”. Questa la posizione del presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta, rispetto alla decisione di ieri di prevedere una scadenza illimitata della certificazione verde per chi ha effettuato il richiamo vaccinale. Nino Cartabellotta Il green pass rilasciato dopo la terza dose di vaccino, precisa, “è fondamentale per tutelare la salute individuale e, indirettamente, anche quella collettiva”. Tuttavia, “secondo le attuali evidenze scientifiche – spiega – non è possibile definire una scadenza per il super green pass condizionata dall’efficacia del booster e nemmeno escludere la necessità di una quarta dose. Ma, in quanto strumento che limita le libertà personali, la certificazione verde non può…

il fatto

Tumori: allerta per l’ondata di casi avanzati per ritardi da pandemia, domani il World Cancer Day

tumore polmone

E’ allerta per l’aumento di casi di tumore in fase avanzata a causa dei ritardi nelle diagnosi e nelle cure accumulati in 24 mesi di pandemia: “Per questo, serve subito un Recovery plan, ovvero un Piano di recupero dell’oncologia, per colmare i ritardi nell’assistenza“. Alla vigilia del World Cancer Day, la Giornata mondiale contro il cancro, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica fotografa lo stato dell’oncologia nel Paese e avverte: “Senza un’adeguata programmazione, con assegnazione di risorse e personale, le oncologie non saranno in grado di affrontare l’ondata di casi in fase avanzata stimati nei prossimi mesi e anni“. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

il fatto

Vaccini: Pfizer chiederà l’ok al vaccino per bambini sotto i 5 anni

La Pfizer potrebbe depositare oggi la richiesta alla Food and drug administration per una autorizzazione di emergenza alla formulazione del suo vaccino contro il covid-19 per i bambini dai 6 mesi ai 5 anni. Lo riportano i media Usa. Si tratterebbe del primo vaccino approvato negli Stati Uniti per questa fascia di eta’. L’immunizzazione – con dosi pari ad un decimo di quelle usate per gli adulti – è stata sperimentata in un trial condotto dall’azienda stessa: il regime per i bambini piccoli consisterebbe in due dosi. La Pfizer continuerà intanto a studiare l’efficacia di tre dosi dello stesso vaccino. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

la ricerca

Arriva la “supermascherina”: protegge da tutti i tipi di virus (anche dal Covid) al 100%

Arriva sul mercato la “supermascherina” che promette di proteggere totalmente da qualsiasi virus, compreso il Covid-19: a lanciare il prodotto è la startup di Lione, Airxom. Questa è un sistema di protezione delle vie respiratorie in grado – secondo quanto dichiara l’azienda produttrice – di bloccare i virus SARS-CoV-2, ossia quelli del Covid comprese tutte le sue varianti. Il prodotto di nuovissima tecnologia è stato presentato al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas del 2022, ed è dotato di un filtro “attivo” che sarebbe capace di neutralizzare non solo virus, ma anche batteri e inquinanti, grazie anche alle sue proprietà completamente isolanti. È già previsto il suo arrivo sul mercato per i prossimi mesi, ma il prezzo non è dei più modici: 300€ è il valore della supermascherina, che ha già…

1 2 3 4 5 16

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.