Privacy Policy
Home / Prevenzione

Prevenzione

Per prevenire il virus

Covid: la mascherina ti salva la vita, ecco perché è così importante

Il Ministero della Salute ricorda l’importanza dell’utilizzo della mascherina come uno dei mezzi più efficaci per proteggerci dal Coronavirus. Va indossata sempre, sia all’aperto che al chiuso. Recentemente il Governo ha imposto l’uso dell‘Ffp2 per accedere ad alcuni luoghi quali cinema, teatri e mezzi di trasporto, nonché per le persone che hanno avuto un contatto stretto con un positivo ma non devono fare la quarantena, limitandosi all’autosorveglianza. E’ fondamentale per proteggere sé stessi e gli altri. Gli esperti suggeriscono poi di non indossarla per più di 40 ore, dopo le quali perderebbe la sua efficacia, ed in ogni caso va conservata bene, preferibilmente appesa in casa e sempre presa per gli elastici, evitando di spruzzarla con disinfettanti che ne deteriorano il tessuto. Indossare la mascherina è solo…

Screening e vaccinazione

Tumore del collo dell’utero: gennaio è il mese della prevenzione

Gennaio è il mese della prevenzione del tumore del collo dell’utero, che in tutto il mondo è il secondo tipo di tumore più frequentemente registrato nelle donne e il quinto nel nostro paese. Il collo dell’utero, o cervice uterina, costituisce la parte inferiore dell’utero e delimita il passaggio tra il corpo uterino e la vagina. Principale fattore di rischio per l’insorgenza del tumore è rappresentato dall’infezione da papilloma virus umano (HPV), che si trasmette prevalentemente con l’attività sessuale e il contatto intimo, soprattutto nelle più giovani. Per prevenire il tumore al collo dell’utero è fondamentale effettuare screening frequenti e gratuiti, come HPV-DNA test, offerto ogni 5 anni alle donne non prima dei 30 anni e pap-test, offerto ogni 3 anni alle donne di età compresa tra i 25 ei 64 anni. E’…

il fatto

Test antigenici: l’impegno delle farmacie continua con grande spirito di servizio

Le farmacie stanno affrontando, con lo spirito di servizio che per natura le contraddistingue, il costante aumento della richiesta di tamponi antigenici. “Lo facciamo con la consueta dedizione e professionalità – afferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo – con l’impegno e la volontà che tutti i farmacisti hanno dimostrato fin dall’inizio della pandemia”. Sono 14.000 le farmacie che offrono la somministrazione di test antigenici, processando mediamente 500.000 tamponi al giorno. “Un contributo decisivo, numeri alla mano, al tracciamento dei contagi e un supporto indispensabile alla ripresa delle attività sociali ed economiche del Paese” sottolinea il segretario nazionale di Federfarma Roberto Tobia. Per assicurare ai cittadini il servizio di somministrazione dei tamponi antigenici nel pieno rispetto degli standard di sicurezza, le farmacie hanno saputo organizzarsi:…

Giornata mondiale contro l'Aids

Aids e malattie sessualmente trasmissibili, l’esperto: “Tema importante ma sottovalutato”

Oggi, giorno 1 dicembre, è la giornata mondiale contro l’AIDS, indetta nel 1988 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e approvata ogni anno dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Si tratta di una giornata dedicata alla sensibilizzazione e coscienza dell’epidemia di AIDS dovuta alla diffusione del virus da HIV. A parlarne a Sanità in Sicilia è la ginecologa Laura Giambanco, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani. “Lo scopo di questa giornata è quello di ricordare intanto che l’AIDS, sebbene se ne parli da decenni, è sempre presente e poi sensibilizzare alla prevenzione, che non significa demonizzare la malattia o i portatori dell’AIDS, ma ricordare che è possibile prevenire l’infezione con dei banalissimi accorgimenti come il preservativo ad ogni rapporto, dall’inizio alla…

l'approfondimento

Mascherine: quanto vale la protezione se sei il solo ad indossarla?

Adesso che l’obbligo per la mascherina non c’è più, capita di essere le mosche bianche della situazione e a questo punto la domanda sorge spontanea: quanto protegge indossarla se siamo i soli ad averla? Fino ad ora abbiamo appreso da tutti i principali studi che la mascherina protegge chi la indossa, anche quando chi è vicino non l’ha: la qualità della protezione è direttamente proporzionale alla qualità della mascherina e al modo in cui si utilizza. Ci sono diversi esempi sulla sua utilità in caso di positivi “in zona”. Ad esempio, uno studio condotto in Tennessee ha scoperto che nelle comunità con l’obbligo di mascherina i tassi di ospedalizzazione sono molto ridotti rispetto a quelle aree dove le mascherine non sono richieste. Resta sempre indiscussa…

la ricerca

Vaccini: il cubano Abdala è efficace al 90% contro la variante Delta

Il vaccino cubano si chiama Abdala ed è stata dimostrata un’efficacia del 92,28% contro la variante Delta. Questi dati riguardano la capacità del farmaco di agire con forza nella prevenzione della malattia sintomatica, dato stimato durante la fase III degli studi clinici che hanno avuto luogo nelle province di Granma, Santiago de Cuba e Guantanamo con più di 40.000 volontari. A rendere noti i dati sull’efficacia del farmaco, sviluppato dal Centro di ingegneria genetica e biotecnologia (Cigb), è il quotidiano ufficiale cubano Granma citando un tweet della compagnia farmaceutica. Dall’inizio delle sperimentazioni cliniche, a Cuba sono state somministrate 14 milioni di dosi di questo vaccino. Abdala, creato dal Cigb di Cuba, si basa su subunità proteiche della proteina Spike del coronavirus, con uno schema vaccinale a tre…

Sabato 18 settembre

Tumore della prostata e problemi nella minzione: focus sulle nuove frontiere

Dalle disfunzioni minzionali e relative patologie ostruttive alle nuove frontiere per curare il tumore della prostata che oggi solo in Sicilia riguarda circa 20mila uomini (oltre 2mila nuovi casi ogni anno), dal dolore pelvico cronico in chiave diagnostica e terapeutica all’importanza della nutraceutica: sono alcuni degli argomenti oggetto di approfondimento scientifico sabato 18 settembre all’Hotel Viola di Villafranca Tirrena (ME), in occasione del convegno “Urologia funzionale ostruttiva oggi”, promosso dalla Unità operativa complessa di Urologia dell’Azienda ospedaliera Papardo di Messina, diretta da Francesco Mastroeni che accoglierà esperti e specialisti. L’evento, patrocinato da Università di Messina, Ordine dei medici e odontoiatri di Messina e Società siculo calabra di urologia, ha come responsabile scientifico Pietro Pappa e prevede 8 crediti ECM (evento n. 7366). La giornata didattico-scientifica…

La nota

Vaccini: pediatri rassicurano per quelli under 12

“Gli studi che stanno cercando di introdurre la vaccinazione anche per i più piccoli sono molto seri e tranquillizzano”. Lo ha detto Giuseppe Mele, presidente della Società Italiana Medici Pediatri (Simpe), ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus, in merito agli studi in corso sui vaccini per i bambini sotto i 12 anni, la cui immunizzazione è fondamentale “per raggiungere l‘immunità di gregge, che è almeno al 90%”. Rispetto alle mascherine in classe, confermate per il nuovo anno scolastico, l’esperto spiega: “Le precauzioni non sono mai troppe. Noi ad esempio abbiamo finito di svolgere un congresso per la prima volta in presenza e avevamo tutti la mascherina pur essendo tutti vaccinati”. Mentre “il test rapido salivare lo si deve prendere in considerazione…

I dati

Covid, variante Delta predominante in Italia: lo rileva un’indagine Iss

La variante Delta si conferma predominante in Italia: lo rileva l’indagine flash relativa al 24 agosto dell‘Istituto superiore di sanità con il supporto della Fondazione Bruno Kessler e in collaborazione con il ministero della Salute, le Regioni e le PPAA (Provincie Autonome). Il campione richiesto per tale indagine è stato selezionato dalle Regioni/PPAA in modo casuale fra i campioni positivi garantendo una rappresentatività geografica e per fasce di età. L’indagine ha stimato una prevalenza nazionale pari al 99,7%. In Italia, inoltre, la predominanza della Delta è confermata negli ultimi 45 giorni: è stata infatti individuata nell’88,1% dei casi riportati al Sistema di Sorveglianza integrata, secondo i dati dell’ottavo bollettino Iss ‘Prevalenza e distribuzione delle varianti di Sars-CoV-2’. La variante Delta è caratterizzata da una maggiore trasmissibilità…

le regole

Covid, nuovi criteri per chi rientra dall’estero: quali sono e cosa prevedono

Sono stati aggiornati i criteri di transito e permanenza in Italia alla luce della circolare odierna del ministero per i rientri dall’estero. Questa prevede l’eliminazione dell’obbligo di isolamento fiduciario di 5 giorni per chi rientra dall’Inghilterra e inserisce, invece, l’obbligo di tampone per chi rientra da Stati Uniti, Canada e Giappone così da uniformare le procedure con il resto dei paesi dell’elenco D. Per vedere le modifiche clicca qui di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

1 2 3 17

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.