Privacy Policy
Home / News (Page 3)

News

Il provvedimento della Regione

Aumento dei contagi da Covid: nuove zone rosse in Sicilia

Diventano dieci le zone rosse in Sicilia. Lo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, sentiti i sindaci dei Comuni interessati e viste le relazioni dei dipartimenti di Prevenzione delle Asp che segnalano un aumento dei contagi. Il provvedimento sarà in vigore da sabato 21 novembre fino a giovedì 3 dicembre e riguarda Bronte (nel catanese), Cesarò e San Teodoro (in provincia di Messina), Misilmeri (nel palermitano) e Vittoria (in provincia di Ragusa) dove le zone rosse vengono prorogate. A queste si aggiungono Acate e Comiso (nel ragusano), Camastra (in provincia di Agrigento), Ciminna (in provincia di Palermo) e Maniace (in provincia di Catania). In tutte le zone si applicheranno le prescrizioni nazionali con la chiusura domenicale…

Il bollettino del 18 Novembre

Coronavirus, record di positivi in Sicilia: 1837 nelle ultime 24 ore

Il Ministero della Salute ha fornito i nuovi dati sull’emergenza coronavirus in Sicilia. I DATI Sono 1837 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore, che portano il totale delle persone attualmente contagiate a 32.102. Di questi, 1528 si trovano ricoverati in ospedale, 240 sono in terapia intensiva, mentre la gran parte, ovvero 30.334, sono posti in regime di isolamento domiciliare. Dall’inizio della pandemia, sono stati registrati 46.528 casi di covid-19 in Sicilia. Sul fronte dei guariti, 13.411 i pazienti dimessi, con un incremento rispetto a ieri di 447 unità. Sono 44 invece i decessi sull’Isola, con un ammontare complessivo che si attesta a 1015. Per quanto riguarda i tamponi, sono 9.479 quelli eseguiti nelle ultime 24 ore. di Redazione© Riproduzione Riservata

In sostituzione all'elicottero

Polizia di Stato: Lamborghini per il trasporto di organi

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nelle missioni di soccorso, anche di carattere sanitario, utilizza la sua Lamborghini Huracan per il trasporto di organi. L’auto è dotata infatti di un apposito sistema di conservazione che permette il trasporto di organi, quali ad esempio i reni, che possono sopravvivere per più ore fuori dal copro umano. Quindi, quando il trasporto è programmato con largo anticipo, ad esempio nelle donazioni crossover tra vivi, viene preferita al classico elicottero. Infatti sebbene la maggior parte dei trasferimenti (60% dei casi) avvenga per via aerea, l’utilizzo alternativo della Lamborghini, su indicazione del Centro Nazionale Trapianti, permette di lasciare liberi gli elicotteri per le emergenze improvvise, garantendo una consegna rapida e sicura degli organi. Ne dà notizia sui social la…

E tamponi rapidi per chi accede all'Ospedale

Pazienti Covid all’Umberto I di Enna: 69 ricoverati, 25 dimessi e 8 morti

Sono 69 al momento i ricoverati nell’ospedale Umberto I di Enna contagiati da Covid-19: 52 sono in malattie infettive, 10 in area semi-intensiva, 5 in terapia intensiva e 2 in ostetricia Covid. Il 13% dei pazienti proviene da comuni fuori dalla provincia di Enna: 3 dalla provincia di Catania, 3 dalla provincia di Caltanissetta, 2 dalla provincia di Agrigento e uno da un’altra regione. Fino ad oggi, per novembre, i dimessi per guarigione sono stati 25, i morti 8. L’unità di crisi dell’Asp, intanto, ha attivato da oggi la procedura dei tamponi rapidi per i cittadini che accedono agli ambulatori specialistici dell’ospedale Umberto I di Enna. “La misura – spiega una nota dell’azienda sanitaria – si aggiunge all’insieme dei protocolli di sicurezza già seguiti: accesso…

La nota alla Regione

Reparti Covid, Ugl Catania: “Stop a disposizioni fuori norma”

“La Regione siciliana vigili sul corretto impiego dei medici all’interno delle aziende sanitarie ed ospedaliere della provincia di Catania.” E’ questa la richiesta urgente che ha avanzato ieri con una lettera, indirizzata all’assessore regionale della Salute Ruggero Razza ed al dirigente generale del Dipartimento regionale della pianificazione strategica, la federazione provinciale Ugl medici guidata da Aurelio Guglielmino denunciando ciò che sta accadendo nelle ultime settimane in relazione alle attività di contrasto al Coronavirus. “Da alcuni giorni ci giungono segnalazioni da parte di colleghi che si sono visti all’improvviso assegnati, con legittima disposizione di servizio, al reparto Covid della propria azienda ospedaliera. Tutto corretto, se non fosse che ad essere trasferiti sono camici bianchi la cui specializzazione non è affine alla materia da trattare. Una vera…

Bollettino del 17 Novembre

Coronavirus, 1.698 nuovi positivi e 39 morti in Sicilia

Il Ministero della Salute ha fornito i nuovi dati sugli sviluppi dell’emergenza Covid, di oggi 17 novembre. In 24 ore si sono registrati 32.191 casi (ieri erano 27.354). Le vittime sono aumentate: 731 (ieri 504) e portano il totale a 46.464. Ma i tamponi sono 208.458, quasi 60.000 in più rispetto a ieri. La Lombardia ha il numero più alto di casi, con Veneto e Campania. I DATI IN SICILIA Sono 1.698 i nuovi contagiati nelle ultime 24 ore sull’Isola (ieri erano 1.461). Questo porta il totale delle persone attualmente positive a 30.756. Di questi: 1.505 sono ricoverati con sintomi, 227 si trovano in terapia intensiva, mentre 29.024 sono posti in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda i decessi, sono 39; il che porta il numero complessivo di morti a 971 unità. I tamponi eseguiti sono 10.774 nelle ultime 24 ore, con un totale che arriva a 835.534. Dall’inizio…

Candidatura online

Ospedale Giglio: selezione per anestesisti e infermieri

ospedale giglio di cefalù

La Fondazione Istituto Giglio di Cefalù ha avviato una selezione per due medici con specializzazione in anestesia e rianimazione da assumere con contratto a tempo indeterminato. Per partecipare occorre inviare la propria candidatura online attraverso il portale della Fondazione Giglio ospedalegiglio.it entro il 2 dicembre. I candidati ammessi alla selezione saranno sottoposti a una prova scritta e a un colloquio per la formazione di una graduatoria di merito con validità triennale. La Fondazione, ha inoltre bandito una selezione per infermieri con contratto a tempo determinato e pieno di 36 ore settimanali da impiegare nei reparti e servizi ospedalieri per la gestione dell’emergenza pandemica da Covid-19. La selezione, vista la straordinaria fase emergenziale, consisterà in una valutazione dei titoli posseduti dai candidati e nell’eventuale colloquio tecnico…

Dall'Unità Operativa di Otorinolaringoiatria

Umberto I di Enna: effettuato intervento di timpanoplastica

E’ stato effettuato un delicato e importante intervento chirurgico dall’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria all’Ospedale Umberto I di Enna. Il dott. Salvo Maira, primario del reparto di Otorino, e il dott. Nello Costanzo, aiuto dirigente, coadiuvati dal personale del blocco operatorio, hanno operato una giovane signora di timpanoplastica aperta e di ricostruzione della catena ossiculare con asportazione di esteso colesteatoma dell’orecchio e della mastoide. “L’intervento, molto delicato, è perfettamente riuscito senza complicazioni. La paziente, attualmente ricoverata presso l’Unità Operativa di Orl, verrà dimessa tra due giorni“, raccontano con soddisfazione i componenti dell’equipe operatoria che si firmano “Noi che amiamo l’ospedale“. “All’Umberto I la professionalità continua. Nonostante il Covid”, sottolineano. di Redazione© Riproduzione Riservata

Per la Giornata Mondiale della Prematurità

Bimbi nati prematuri, un’iniziativa dell’UTIN di Agrigento

E’ ideato ed organizzato come una grande festa virtuale il modo di celebrare al meglio la “giornata mondiale della prematurità” presso il reparto di terapia intensiva neonatale del presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Nella giornata di oggi, martedì 17 novembre, data tradizionalmente eletta per concentrare l’attenzione collettiva sulle diverse dinamiche connesse ai parti pretermine, l’UTIN di Agrigento, diretta dal dottor Adriano Azzali, ha voluto coinvolgere ben quaranta famiglie di bambini nati prematuramente attraverso un abbraccio ideale che, ai tempi dell’epidemia da covid-19, non poteva che svolgersi “da lontano”, cioè attraverso un incontro telematico in videoconferenza. La scelta non sminuisce l’intensità del significato dell’iniziativa in programma nel pomeriggio, quello di esultare per la semplice ma fondamentale e mai scontata gioia della sopravvivenza alla nascita avvenuta prima…

EMERGENZA CORONAVIRUS

La Medicina interna in era Covid: “Gli Internisti, baricentro dell’Ospedale”

Gli Internisti si trovano ancora una volta in prima fila ad affrontare le criticità, a gestire i pazienti ed ad essere preoccupati per il rischio personale, dei collaboratori e delle famiglie. Come riportato dal Presidente Nazionale FADOI (Federazione delle Associazioni Dirigenti Ospedalieri Internisti), Dario Malfellotto, Direttore dell’UOC Medicina Interna e del Dipartimento delle Discipline Mediche dell’Ospedale Fatebenefratelli Isola Tiberina di Roma, “gli Internisti sono il baricentro dell’Ospedale” e fino poco tempo fa nessuno avrebbe potuto lontanamente immaginare che cosa sarebbe successo; nessuno avrebbe immaginato che il lavoro sarebbe stato così duramente messo alla prova da questo impegno straordinario sul piano personale, fisico, organizzativo, professionale, morale. Ma questa è la vita dei Medici ed Infermieri che operano nei Reparti di Medicina Interna – dice Salvatore Di…

1 2 3 4 5 110

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.