Privacy Policy
Home / Farmaci e Integratori

Farmaci e Integratori

la novità

Sclerosi multipla: arrivano i medicinali nelle farmacie private

“È il risultato concreto di un lavoro avviato tre anni fa per rispondere ai bisogni delle persone con sclerosi multipla in qualunque luogo risiedano”. Il consigliere nazionale dell’Associazione italiana sclerosi multipla, il messinese Angelo La Via, commenta con soddisfazione la pubblicazione del decreto che permetterà la distribuzione di medicinali per la sclerosi multipla nelle farmacie private e convenzionate in tutto il territorio siciliano. Le migliaia di persone con SM potranno trovare nelle farmacie sotto casa gli interferoni e il Glatiramer acetato (farmaci di prima linea). “Ringraziamo il Governo regionale e il Dipartimento pianificazione strategica e servizio farmaceutica. In particolare grazie alla collaborazione negli ultimi due anni con l’ex assessore alla Salute Ruggero Razza abbiamo raggiunto risultati concreti per rispondere ai bisogni delle persone con SM –…

collaborazioni internazionali

Medicinali indisponibili? Francia, Italia, Portogallo e Spagna creano rete di segnalazione

Il progetto pilota, finanziato dalla Commissione europea all’interno del programma Digital Health Europe, è stato realizzato dalle Associazioni di farmacie e farmacisti di Francia (Ordre National des Pharmaciens – CNOP) Italia (Federfarma), Portogallo (Associação Nacional das Farmácias – ANF) e Spagna (Consejo General de Farmacéuticos de España – CGFE) in collaborazione con l’Agenzia Spagnola del Farmaco. Sono state identificate alcune differenze che occorrerà superare per arrivare ad un efficiente scambio di informazioni tra i nostri Paesi. Tra queste, la mancanza di una classificazione comune del farmaco, di un comune protocollo per il reporting e della definizione stessa di “indisponibile”. Le informazioni che la farmacia può generare sono fondamentali per identificare i problemi di indisponibilità che si verificano nella supply chain e per quantificare la dimensione…

Farmacia Solidale

Giorgio La Pira Onlus, donazione di farmaci per circa 230 mila euro

La Farmacia Solidale della “Giorgio La Pira Cooperativa Sociale Onlus” nella settimana dal 7 al 13 dicembre donerà al Comune di Altavilla Milicia (Pa) e alle Cooperative Sociali del Terzo Settore iscritte a Confcooperative Palermo che si occupano di assistenza a minori e disabili fisici e psichici, integratori di fermenti lattici vivi per adulti 4 miliardi, integratori di fermenti lattici vivi per adulti 5 miliardi, integratori fermenti lattici vivi per bambini 2 miliardi, integratori a base di magnesio e vitamini B e D per bambini, integratore alimentare per le articolazioni, collirio lenitivo e compresse al paracetamolo, pseudoefedrina e difenidramina per contrastare i sintomi influenzali.   La donazione ha un valore di 230 mila euro. Inoltre ha donato alla parrocchia cattolica “San Michele Arcangelo” di Saveni e…

il commento di Nello Musumeci

Farmaci biotecnologici, in Sicilia previsti risparmi per 60 milioni

Il nuovo prezzo dei farmaci biotecnologici riservati alle aziende del Sistema sanitario siciliano è tra i più bassi d’Italia. È quanto scaturito dall’ultima procedura per la fornitura che si è conclusa nei giorni scorsi con l’apertura delle buste contenenti le offerte economiche delle ditte concorrenti. La procedura, indetta dalla Cuc, la Centrale unica di committenza, con la collaborazione dell’ufficio Farmaceutica dell’assessorato regionale della Salute, ha infatti determinato l’aggiudicazione di undici lotti di farmaci biotecnologici, con prezzi medi di acquisto sensibilmente inferiori rispetto ad altre Regioni del Paese. In particolare, gli uffici dell’assessorato specificano che, “sulla base dei prezzi di aggiudicazione dei singoli lotti e della politica di contenimento della spesa farmaceutica già avviata dalla Regione”, si stimano, per il prossimo biennio, economie “pari a circa…

Tritare le compresse: una pratica nociva per i pazienti e gli operatori

Triturare una compressa o aprire una capsula altera la forma farmaceutica, modificando la biodisponibilità e determinando gravi rischi per i pazienti e gli operatori. La difficoltà di deglutizione e il rifiuto della terapia spesso impongono la necessità di somministrare compresse alterate: tritate o decapsulate. Tale pratica, molto comune soprattutto con gli anziani, non è priva di rischi e in alcuni casi può determinare eventi avversi sia per i pazienti che per gli operatori sanitari. La triturazione o la decapsulazione altera la forma farmaceutica e quindi la concentrazione e la velocità di assorbimento, aumentando la tossicità e diminuendo l’efficacia del farmaco. I farmaci a rilascio prolungato, come l’ibuprofene, una volta tritati o decapsulati possono incrementare i livelli ematici di farmaco, potenziando gli effetti tossici. Allo stesso modo, alterare le…

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.