Privacy Policy
Home / Cronaca

Cronaca

il fatto

Inchiesta NAS su infiltrazioni mafiose, Federfarma: “Serve intervento su Legge concorrenza”

“Esprimiamo grande apprezzamento per l’operazione dei Carabinieri del Nas grazie alla quale è stata smascherata un’organizzazione criminale che rilevava farmacie in difficoltà economica, per utilizzarle in traffici illeciti” afferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo. Da anni Federfarma denuncia il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nell’acquisizione delle farmacie economicamente fragili. Fenomeno agevolato, purtroppo, dal Ddl Concorrenza, che contestualmente all’introduzione del capitale nella proprietà della farmacia non ha previsto i vincoli necessari a salvaguardare le peculiarità di questo importante presidio sanitario. Le criticità segnalate da Federfarma, portate nel 2015 all’attenzione del procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato e della commissione Antimafia regionale allora presieduta da Nello Musumeci, sono state autorevolmente confermate dal Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti, nel 2016, in occasione di un’audizione sul Ddl Concorrenza innanzi…

il fatto

Coronavirus, caso di variante sudafricana per la prima volta in Sicilia

Primo caso registrato in Sicilia per quel che riguarda la variante sudafricana del Covid. A essere stato contagiato sarebbe stato un marittimo di Mazara del Vallo. L’uomo è un trentaduenne che ha vissuto in Africa per due mesi per motivi di lavoro. Rientrato a Mazara del Vallo l’11 febbraio, risultando negativo al tampone rapido all’aeroporto di Palermo. Qualche giorno dopo, però, sono subentrati alcuni sintomi da Covid, così è scattato l’isolamento familiare per lui e per la moglie, successivamente risultata positiva dopo i tamponi eseguiti a Trapani, come il marito. L’Asp di Trapani ha quindi inviato al Policlinico di Palermo il materiale per le analisi, da qui la scoperta della variante sudafricana. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

i dati

Coronavirus: 480 positivi e 26 morti in tutta la Sicilia

Il Ministero della Salute ha fornito i nuovi dati sugli sviluppi dell’emergenza Covid, di oggi 18 febbraio 2021. In 24 ore si sono registrati 13.762 casi (ieri erano 12.074). Le vittime sono 347 (ieri 369) e portano il totale a 94.887. I DATI IN SICILIA Sono 480 i nuovi contagiati nelle ultime 24 ore sull’Isola (ieri erano 484). Questo porta il totale delle persone attualmente positive a 33.004. Di questi: 930 sono ricoverati con sintomi, 145 si trovano in terapia intensiva, mentre 31.929 sono posti in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda i decessi, sono 26; il che porta il numero complessivo di morti a 3.941 unità. I tamponi eseguiti sono 24.774 nelle ultime 24 ore (ieri 23.794), con un totale che arriva a 2.205.754. Dall’inizio della pandemia, sono 147.665 le persone contagiate nell’Isola. I dimessi guariti sono 1.105. ++IN AGGIORNAMENTO++ di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

il fatto

Linosa: primo parto dopo 20 anni, Samuele è nato prima che arrivasse l’elisoccorso

Dopo 20 anni dall’ultimo parto registrato sull’isola di Linosa, nelle Pelagie, stanotte è nato Samuele Tuccio, figlio di Gabriele e MariaGloria Mascari. Alla mamma si sono rotte le acque e il bimbo è venuto alla luce prima che arrivasse l’elisoccorso che ha poi trasferito puerpera e neonato all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Venti anni fa era successa la stessa cosa nella medesima famiglia: a venire al mondo in anticipo rispetto alla data prevista per il parto era stata la sorella della partoriente della scorsa notte. di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

il progetto "Quick Survey"

Nuova indagine: Iss analizza le varianti Covid Uk, Brasiliana e Sudafricana

L’Istituto superiore di sanità (Iss) parte con una nuova indagine rapida “Quick Survey“. Questa serve per stabilire una mappatura sul territorio italiano del grado di diffusione delle varianti di Covid: Uk, Brasiliana e Sudafricana. L’indagine, coordinata dall’Iss, gode del supporto della Fondazione Kessler e in collaborazione con ministero della Salute, Regioni e PPAA. In questo modo si potranno identificare, tra i campioni con risultato positivo per SARS-CoV-2 in RT-PCR, i possibili casi di infezione delle varianti. La valutazione prenderà in considerazione i campioni notificati il 18 febbraio. Si legge nella circolare del ministero della Salute che l’indagine verrà condotta su un totale di 1.058 campioni positivi. Si considereranno 4 macroaree: Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Sud e Isole. Il numero di campioni per ciascuna Regione PPAA è…

i dati

Coronavirus: sono 22 i morti e salgono a 625 i nuovi positivi in Sicilia

Sono infatti 625 i nuovi positivi registrati su 22.868 tamponi processati in Sicilia, con un tasso di positività che risale al 2,7%. Le vittime sono 22 nelle ultime 24 ore. E’ quanto risulta nel bollettino quotidiano del ministero della Salute. I DATI Gli attualmente positivi sono 34.480, con una diminuzione di altri 69 casi rispetto a ieri. I guariti sono 672 e restano sempre di più dei nuovi contagiati. Le vittime salgono a un totale di 3.891. Negli ospedali i ricoveri sono 1.163, 37 in meno rispetto a ieri. Diminuiti anche i ricoveri in terapia intensiva dove adesso sono 158. NELLE PROVINCE La distribuzione nelle province vede Palermo con 292 casi, Catania con 165, Siracusa con 58, Messina con 38, Agrigento con 36, Trapani con 14, Caltanissetta con 12, Ragusa con 7 ed …

Sono in distribuzione le fiale di AstraZeneca e Moderna

Vaccini: Sda Poste italiane consegna in Sicilia 28.900 dosi

Due furgoni attrezzati del corriere espresso Sda di Poste italiane, scortato dai Carabinieri stanno consegnando in queste ore in Sicilia 28.900 dosi di vaccino AstraZeneca e Moderna. Le dosi, arrivate in aereo la notte scorsa all’aeroporto di Catania, sono in distribuzione alle farmacie ospedaliere di Giarre (6.000), seguono Palermo (6.800), Erice Casa Santa (4.200), Siracusa (2.400), Ragusa (2.400), Agrigento (2.800), Caltanissetta (2.200) ed Enna (2.100). di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Covid, Razza: “Che un sindacato chieda di aumentare i centri vaccinali desta preoccupazione”

“Che un grande sindacato chieda alla Regione di aumentare i centri vaccinali, senza cogliere la banalità che essi sono programmati in ragione percentuale del numero dei vaccini disponibili, desta preoccupazione e stupore“, lo dice l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. “Non capisco il senso di una polemica speciosa – continua – che fa persino perdere valore al tavolo istituito con mio decreto. Ma io sono più cocciuto dei comunicati e credo nel dialogo con tutte le parti sociali. Anche quando si trasforma in soliloquio“.  di Redazione© Riproduzione Riservata© Riproduzione Riservata

Locali a disposizione dell'Azienda per allestire punti vaccinali

Vaccini: intesa Asp Agrigento, Parco Valle Templi e Moncada

Intesa preliminare fra il Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi e l’Asp di Agrigento grazie alla quale l’ente Parco intende offrire la propria collaborazione rendendo disponibili locali per allestire nuovi punti vaccinali in città durante la seconda fase delle operazioni, quella che interesserà le più consistenti fette di popolazione. Si tratta degli ambienti dell’ala orientale del Palacongressi di Agrigento (struttura gestita dal Parco), dei parcheggi interni e degli spazi e servizi comuni il cui uso sarà concesso gratuitamente per un periodo di circa un anno necessario alle finalità sanitarie. Il commissario straordinario dell’Asp Mario Zappia e il direttore del Parco, Roberto Sciarratta, hanno discusso oggi della collaborazione e dei successivi passaggi per rendere pienamente fruibili i locali in funzione della peculiarità della destinazione….

1 2 3 46

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.